mercoledì, Maggio 22, 2024
HomeAttualitàReddito di cittadinanza, Di Maio e Conte in coro: "Va cambiato con...

Reddito di cittadinanza, Di Maio e Conte in coro: “Va cambiato con possibilità di perdita del sussidio”

Luigi Di Maio, Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale, nel libro di Bruno Vespa “Perché Mussolini rovinò l’Italia (e come Draghi la sta risanando)“, ha parlato di una creazione del suo Partito, il Reddito di Cittadinanza, aprendo le porte a delle modifiche.

In particolare, il Ministro ha rivelato che ci saranno dei cambiamenti nei prossimi mesi e si procederà alla perdita del beneficio in caso di rifiuto di un lavoro offerto da parte del datore di lavoro: “Se non stanno funzionando i Centri per l’impiego, bisogna consentire all’impresa di fare una notifica diretta“.

Con il miliardo e mezzo che non abbiamo speso per l’attivazione dei Centri per l’impiego, costruiamo un rapporto diretto tra l’offerta e la domanda in modo da portare a casa compensi congrui e dignitosi“.

Nei prossimi mesi ci sarà una riforma del RdC. Nel frattempo, però, il Governo ha rifinanziato la misura assistenzialistica con un ulteriore miliardo di euro.

Anche l’ex Premier Giuseppe Conte è sulla stessa lunghezza d’onda: “Lo abbiamo detto, lo abbiamo fatto. Il Reddito di cittadinanza di certo non si cancella, anzi viene rifinanziato e cambiato in meglio. Non solo. Ci stiamo battendo per mettere più soldi in tasca ai lavoratori, intervenendo ancora sul cuneo fiscale“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME