Reddito di cittadinanza impignorabile, l’emendamento del decreto sostegni

Novità per il reddito di cittadinanza. Secondo il nuovo decreto sostegni è ora impignorabile, grazie alla proposta del Movimento 5 Stelle.

0
Reddito di cittadinanza
Reddito di cittadinanza

Numerosi cambiamenti figurano nel nuovo decreto sostegni. Tra questi il reddito di cittadinanza considerato ora impignorabile. Una proposta da parte del Movimento 5 Stelle che riscontra pareri favorevoli a Palazzo Madama.

NUOVA MISURA – Un emendamento, del suddetto decreto, stipula quindi chiaramente che non potrà essere espropriato con la forza. Una misura a difesa delle persone più in difficoltà, presentata dal pentastellato Iunio Valerio Romano.

Una vera e propria soddisfazione per quest’ultimo, che dichiara: «Ho presentato questa modifica normativa, a costo zero, per fugare dubbi interpretativi ed evitare, come avvenuto recentemente, il pignoramento di questo fondamentale beneficio economico, che va incluso proprio tra i crediti impignorabili, definiti ed elencati dall’articolo 545 del codice di procedura civile. Sono davvero soddisfatto – continua il senatore – Colmare questa vacatio normativa era assolutamente doveroso».

UN FONDAMENTALE AIUTO ECONOMICO – Doveroso si, soprattutto considerato appunto quello che rappresenta, ovvero un: «[…] importantissimo aiuto economico di contrasto alla povertà, che grazie al Movimento 5 Stelle oggi viene erogato a circa 1,13 milioni di nuclei familiari e coinvolge una platea complessiva di 2,6 milioni di persone, di cui 662mila minorenni».

Una modifica, quella del reddito di cittadinanza divenuto impignorabile, che non potrà che aiutare al meglio i più bisognosi.