Regione Campania, De Luca furioso: “O rispettiamo le regole o chiudo tutto”

0
Fonte: Ansa

Trascorse le elezioni che lo hanno consolidato alla guida della Regione Campania, Vincenzo De Luca è ritornato a parlare dell’attuale situazione riguardante il Covid-19. Nelle ultime settimane, infatti, in Campania si è assistito ad un aumento esponenziale dei casi che ha portato la Regione ad essere la prima in Italia.

Nella giornata di oggi il governatore ha rilasciato alcune dichiarazioni in cui ha rivelato anche la possibilità di un nuovo lockdown: “La situazione è grave, seria. Se crescono i contagi, chiudo tutto. L’alternativa alla convivenza col virus è chiudere progressivamente attività economiche, locali, bar e locali di ritrovo“.

Siamo ad una situazione di piena epidemia. L’ondata di cui parlavamo è già in atto e la situazione è delicata, grave, seria. Sono oltre 14 mila i positivi complessivi in Campania, la previsione degli epidemiologi con la previsione per i prossimi 10 giorni (fino al 21 ottobre) c’è un incremento di 5 mila contagi. Oggi abbiamo 371 persone ricoverate, 552 i posti letto per pazienti Covid ma c’è una percentuale di asintomatici molto più grande rispetto a marzo questo però significa che abbiamo meno ricoveri in terapia intensiva ma un numero elevato di ricoveri ordinari. Complessivamente possiamo arrivare a 940 posti letto”.

De Luca ha infine sottolineato ancora una volta la necessità di usare la mascherina ed evitare nuove chiusure: “È un lusso che non ci possiamo consentire vedere persone senza mascherina“.

Ve lo dico fraternamente, le alternative sono drammaticamente semplici: o decidiamo di convivere con il Covid-19 fino al vaccino e rispettiamo regole rigidissime, o l’alternativa tra una settimana sarà la progressiva chiusura delle attività economiche, dei locali, dei bar. Non ci sono terze vie. Voglio vedere le mascherine sulla bocca non sul gomito”.