Regione Campania, errore sui pazienti in terapia intensiva

0
Fonte: Wikipedia. Foto di Google immagini contrassegnate per essere riutilizzate.

Tramite un comunicato ufficiale, la Regione Campania ha deciso di rendere noto l’errore’ relativo ai ricoveri in terapia intensiva a causa del Coronavirus. L’errore, riferisce la Regione Campania, è dovuto all’inserimento di pazienti che sono temporaneamente in terapia sub-intensiva in attesa dell’esito del tampone.

L’Unità di Crisi della Regione Campania ha fatto sapere cheDall’incrocio dei dati delle Asl, rispetto al dato totale dei positivi complessi pari a 1.199 e di attualmente positivi pari a 1072, risultano 318 ricoverati con sintomi, 123 in terapia intensiva e 631 pazienti in isolamento nel proprio domicilio“.

Quindi, non sono 181 le persone ricoverate in terapia intensiva nella Regione Campania, ma 123. Ovviamente questo dato non prende in considerazione il bollettino delle ore 22.30 di ieri 26 Marzo.

La differenza è da attribuire al precedente inserimento in questa sezione anche di pazienti temporaneamente in terapia sub intensiva per sintomi assimilabili al Covid ma in attesa dell’esito del tampone. Tale cifra è stata dunque correttamente scorporata“.

La Regione Campania, quindi, ha deciso di prendersi le proprie responsabilità e rivelare l’errore. Attualmente, i contagi sono oltre 1.300 in Campania. Una situazione che è destinata ad aggravarsi nei prossimi giorni con il presidente Vincenzo De Luca che ha scritto a Giuseppe Conte: “I prossimi dieci giorni saranno da noi un inferno. Siamo alla vigilia di una espansione gravissima del contagio, al limite della sostenibilità. La prospettiva, ormai reale, è quella di aggiungere alla tragedia della Lombardia quella del Sud.Per noi è questione di ore, non di giorni“.