Come fare il restauro di una vespa 50 special

0

La vespa: un simbolo italiano che viaggia in tutto il mondo

Sin dal 1946 quando fu progettata, la Vespa è un marchio diventato poi un vero simbolo italiano ma anche un oggetto di culto da parte degli amanti dei motori. Le due ruote del marchio Vespa hanno viaggiato e continuano a viaggiare per tutte le strade del mondo. Se avete deciso di acquistare una vespa ma non volete rinunciare al fascino vintage degli anni 40, 50 o 60, tenete presente che è molto difficile trovare ciclomotori nuovi in buone condizioni.

In questo caso potrebbero essere molto utili i consigli su come fare il restauro di una vespa 50 special. Seguendo questi consigli e facendo attenzione alle piccole cose e ai dettagli, riuscirete in poco tempo e con una spesa di sicuro meno onerosa che comprare un motociclo nuovo, ad avere una vespa vintage perfettamente funzionante dalla carrozzeria nuova.

Organizzazione del lavoro e gli attrezzi giusti da utilizzare

Per fare il restauro di una vespa 50 special è molto importante non iniziare il lavoro senza i giusti attrezzi da utilizzare. Se avete qualche dubbio potete rivolgervi al vostro meccanico di fiducia e confrontarvi sugli attrezzi giusti per portare a termine il lavoro. Un set di chiavi di sicuro sarà molto utile per svitare anche i bulloni più piccoli e complicati da togliere.

È molto importante organizzare l’ambiente con scatoli o sezioni dove riporre determinate parti della scocca o del motore. Mettere in ordine i pezzi, fare fotografie e magari scrivere tutto su un taccuino, sono buoni propositi che renderanno il vostro lavoro più semplice ed efficace, ma soprattutto meno dispersivo.

Come smontare una vespa 50 special

Per favorire il restauro di una vespa 50 special è importante iniziare a smontarla dalla sella, proseguendo con il portaoggetti, il comando d’aria, i pomelli e il carburatore. Dopo si può passare allo smontaggio del faro di coda e quindi del motore. Prima di svitare la ruota posteriore e necessario smontare l’ammortizzatore e i freni, dunque la frizione. Ordinate tutti i pezzi per tenerli a portata di mano anche perché trovare ricambi per vespa d’epoca non e proprio un lavoro facile.

Dopo aver tolto completamente il motore si può passare alla rimozione della ruota posteriore. A questo punto si può passare a smontare il manubrio e quindi il faro e tutta la parte anteriore. Dopo aver tolto tutti i fili dal telaio che molto probabilmente si dovranno cambiare, si può passare a dividere le scocche e iniziare la sverniciatura. Occhio a non rovinare i cavi che possono essere riutilizzati, anche in queste piccolezze, usufruire di pezzi originali non può che costituire un vantaggio.

La Sverniciatura: sabbiatura o spazzolatura a mano?

Per restaurare il telaio di una vespa 50 special è necessario eliminare la ruggine dalla vecchia vernice. È possibile fare ciò attraverso due metodi: sabbiatura e spazzolatura a mano.

La sabbiatura è il metodo più costoso, perché bisogna affidare la carrozzeria a un meccanico che abbia l’apposito apparecchio. L’operazione può richiedere alcuni giorni.

La spazzolatura a mano invece è molto meno costosa ma più faticosa. Basterà applicare delle spazzole a un trapano o a una levigatrice orbitale e agire su tutta la parte della vernice che presenta ruggine. Qualunque metodo decidiate di utilizzare, è molto importante fare attenzione a non rovinare i numeri di telaio.

Cosa è importante fare prima di iniziare a verniciare una vespa 50 special?

L’obbiettivo del restauro di una vespa 50 special è principalmente quello di mantenere il design vintage e avere un ciclomotore affidabile. Per quanto riguarda la verniciatura, è molto importante utilizzare un colore originale del marchio, al fine di ottenere un effetto vintage reale.

Anche per quanto riguarda l’antiruggine è importante utilizzare prodotti originali, in entrambi i casi un chilo dovrebbe bastare per ogni operazione. La temperatura di preparazione della vernice deve essere 16 gradi, nel caso in cui non disponiate di un ambiente che permetta tale temperatura è sconsigliato iniziare il processo di verniciatura. Per pulire e sgrassare il telaio si può utilizzare un solvente antisilicone.

Un’ultima controllatina e via a scorazzare per i colli e non solo

A questo punto il restauro della vespa 50 special è giunto alla fine, non resta che verniciare accuratamente il telaio seguendo i consigli che abbiamo dato prima e rimontare tutte le componenti. Prima di mettere in moto il ciclomotore è necessario fare un’ultima controllatina al serbatoio, all’olio nel motore, alle candele e alle gomme. A questo punto sarete pronti per andare in giro per i colli bolognesi e non solo, perché come recita la canzone dei Lunapop: una Vespa Special 50 toglie tutti i problemi.