Retroscena Juve, i tre motivi per cui Allegri non è più l’allenatore dei bianconeri

0
Logo Juventus, Juve fonte By Interbrand (Milan, Italy) - Unknown, Public Domain, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=55074500
Logo Juventus, Juve fonte By Interbrand (Milan, Italy) - Unknown, Public Domain, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=55074500,

Come un fulmine a ciel sereno, è arrivata oggi la notizia dell’addio di Massimiliano Allegri dalla panchina della Juventus. Tutti si aspettavano che il tecnico livornese rimanesse anche quest’anno, invece così non è stato. Il tecnico, ormai ex Juve, è pronto ora ad accettare nuove sfide, come forse quella del PSG di cui tanto si vocifera.

Ma quali sono i motivi che hanno portato il tecnico ex Milan ad andare via?
Beh, dalle prime indiscrezioni raccolte pare ci siano tre chiari motivi.
In primis, Nedved e Paratici non lo volevano più per tanti motivi, tra cui il cattivo gioco proposto ogni anno e la poca convinzione in Champions. I due insieme sono riusciti anche a convincere Agnelli.

Quest’ultimo, dal canto suo, già non era più troppo convinto di Max, ed ha colto il consiglio della furia ceca e di Paratici. Agnelli voleva già da tempo, dopo anche l’addio di Marotta, svecchiare un po’ tutto. La rivoluzione è toccata per il ruolo di allenatore. Agnelli vuole in panchina un giovane, che abbia voglia di vincere e di fare.
Infine, terzo motivo, c’era una buona parte di giocatori dello spogliatoio che hanno messo un “out out”, Allegri o noi.

Tra questi pare ci sia Dybala, che quest’anno è stato praticamente messo da parte, Douglas Costa che quasi sempre è stato usato solo l’ultima mezz’ora delle partite. Infine, Khedira e Mandzukic, che invece hanno giocato di più e che spesso sono stati fuori per infortunio, pure pare si siano lamentati del gioco proposto dal loro, ormai ex, tecnico.

Rimane ora da capire chi sarà il prossimo tecnico. Sono stati fatti tantissimi nomi, Conte, il grande ritorno, Di Francesco, la scommessa, e addirittura è stato fatto il nome di Sarri, che il Chelsea non vuole più dopo solo un anno. Difficile che il tecnico ex Napoli possa accettare. Per i napoletani sarebbe un caso Higuain 2, e difficilmente Sarri vorrà “tradire” i suoi ex tifosi, che tanto hanno sognato con lui. Tra l’altro pare che il Chelsea voglia rispedire a Torino anche il pipita, che non ha convinto per nulla a Londra. Insomma, ci aspettano giorni molto intensi da seguire su questo argomento.