Riapertura delle scuole a settembre? Ecco le regole se dovesse succedere

0
Riapertura scuole
Classroom, Fonte Pixabay, Autore Wokandapix

Con le varie attività che stanno cominciando a riprendersi, la domanda che ci possiamo porre è: Quando avverrà la riapertura delle scuole?

SETTEMBRE O PIÙ TARDI? – La fase 2 ha smosso positivamente il paese. Tra negozi che riaprono i battenti e i cittadini che possono quindi tornare a lavorare (comunque non senza qualche restrizione), il tutto sembra procedere bene. Curva dei contagi in discesa, pochi decessi, una situazione sempre migliore che porta il Governo ad interrogarsi su un ente ancora chiuso, la scuola.

Il ritorno ai banchi scolastici a settembre non è da escludere. Infatti se l’indice di infezione R dovesse rimanere sotto l’1, il nuovo anno potrebbe iniziare normalmente. Ma se invece la situazione non dovesse essere così idilliaca, allora la didattica a distanza continuerà. Tuttavia se consideriamo che tutto proceda come previsto, l’insegnamento in classe subirà qualche modifica, pur di preservare la salute degli studenti.

LE REGOLE DEL COMITATO TECNICO SCIENTIFICO – Secondo un rapporto preparato dal Comitato tecnico scientifico (in attesa dell’approvazione del ministero dell’istruzione), le misure di sicurezza saranno le seguenti. Banchi posti a distanza di un metro l’uno dall’altro, mascherine obbligatorie in classe dalle elementari fino alle superiori, mentre non sarà necessaria per i bambini dall’età compresa tra i 3 e i 5 anni.

Ma l’eventuale riapertura delle scuole potrebbe causare difficoltà in due zone ben precise della struttura, l’ingresso e la mensa. Riguardo quest’ultima, l’ipotesi sarebbe quella di applicare il distanziamento dei tavoli già attuato nei ristoranti. Per l’ingresso invece si pensa ad un cambiamento radicale, con una campanella che suonerebbe in orari diversi. Cosicché l’entrata a scuola di alunni e accompagnatori venga cadenzata con precisione ed eviti ogni tipo di assembramento.