Rimonta Enel e sorpasso Brindisi su Reggio Emilia

0

Partita incredibile dell’Enel Brindisi che, dopo esser stata sotto già dal primo quarto e con un abissale -8 a 5 minuti dalla fine, riesce a rimontare e a vincere la prima gara in casa dei playoff. Niente da fare per la Grissin Bon Reggio Emilia, che cede 62-58 una gara a lungo dominata, combattuta ma sempre comunque corretta. Il Palapentassuglia gremito offre uno splendido colpo d’occhio, con i tifosi tutti vestiti con la maglietta blu “Be Heroes” che, ricalcando un po’ quanto avviene in NBA, crea un’onda azzurra enorme. Nonostante l’esortazione ad essere eroi, parte meglio Reggio, più precisa al tiro e solida in difesa. Male per l’Enel Cournooh, Zerini e Harper, mentre Pullen gioca un po’ ad intermittenza; a tenere viva la speranza brindisina è Denmon, autore a fine partita di 21 punti.

Secondo periodo, come il terzo, continua sulla falsariga del primo, con la Grissin Bon avanti e l’Enel a rincorrere quei 3/4 punti che mancano alla squadra di Bucchi. L’ultimo quarto è quello decisivo: le triple di Della Valle consentono a Reggio di portarsi anche sul +8, Brindisi sembra finita invece break di 9-0 e partita riaperta. Il finale è da thriller: vantaggio Brindisi, tripla a tempo scaduto di Polonara, annullata grazie all’instant replay e festa Enel che ora comanda la serie per 2-1.

Nell’altra gara Cantù riapre i giochi superando Venezia 90-80 e annullandole il primo match point. Partita di sostanza quella di Buva e Jones che con Metta World Peace e Odom realizzano moltissimi punti, anche da 3. Tiro da 3 che invece manca a Venezia e costringe al tracollo la squadra di Recalcati. Serie riaperta, il fattore campo a Cantù spariglia decisamente le carte in tavola.