Rione Traiano: smantellata la piazza di spaccio denunciata da Brumotti

0

I carabinieri della Compagnia di Bagnoli, stamane all’alba, hanno eseguito, nel rione Traiano, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

La sentenza, emessa dai Gip del Tribunale di Napoli e del Tribunale per i minorenni è a carico di undici persone. Tutti sono accusati di spaccio nella zona del rione Traiano.

Tra di loro alcuni vi sono alcuni soggetti già noti alle forze dell’ordine. In particolar modo, un uomo arrestato per furto dai carabinieri il 6 novembre 2018, e due responsabili dell’aggressione alla troupe del reporter di “Striscia la notizia” Vittorio Brumotti.  Aggressione, avvenuta nel rione Traiano nel gennaio 2018, e dunque già arrestato per tale accusa, su ordinanza del Tribunale di Napoli.

Dagli accertamenti, è emerso, che al vertice dell’organizzazione vi fosse una donna 57enne, i cui braccio destro erano due “luogotenenti”, o “capi piazza”.

Il loro compito era divulgare le direttive, che la donna emetteva, e inoltre curare gli affari, raccogliendo periodicamente i proventi dello spaccio.

La banda, organizzata nei minimi dettagli, prevedeva anche la presenza di pusher, vedette, una delle quali minorenne, il cui ruolo era segnalare l’arrivo delle forze dell’ordine, anche avvalendosi di telecamere installate abusivamente in punti strategici.

Inoltre vi era chi smistava gli acquirenti in base alla sostanza che chiedevano.

I carabinieri oltre il fermo per questi undici soggetti, hanno sequestrato anche droga, munizioni e telecamere, smantellando così un’intera piazza di spaccio.

Complessivamente, sei chili e mezzo di hashish, settecento grammi di cocaina, mezzo chilo di marijuana, centocinquanta munizioni e telecamere abusive.

In questo caso, importante, è stata la denuncia di Vittorio Brumotti, la cui aggressione, ha posto maggiore attenzione, e intensificato i controlli nel rione Traiano, da parte delle forze dell’ordine che sono riuscite finalmente a sgominare un’intera organizzazione.