domenica, Aprile 14, 2024
HomeCronacaCronaca esteraRoma 2024: verso l'Olimpiade della polemica

Roma 2024: verso l’Olimpiade della polemica

 

Da giorni i riflettori sono puntati su Roma per la questione Olimpiade 2024.

La sindaca Virginia Raggi ha espresso il suo rifiuto ufficialmente dichiarando:“E’ da irresponsabili dire sì a questa candidatura. Lo abbiamo detto in passato e continuiamo a dirlo. Significa assumere altri debiti, non ce la sentiamo”.

Il no alle Olimpiadi di Roma 2024 arriva subito nella conferenza stampa di Virginia Raggi. Poi la spiegazione del no: “I soldi da investire sono quelli dei romani, su progetti lontani dagli interessi dei cittadini” ha detto il sindaco, che poi ha ricordato come “all’interno della gestione commissariale, un miliardo di euro di debiti derivano dalle Olimpiadi del 1960“.

“Noi non abbiamo nulla contro le Olimpiadi e contro lo sport, che è parte integrante del nostro programma – ha detto ancora il primo cittadino – Ma non vogliamo che lo sport sia utilizzato come pretesto per nuove colate di cemento sulle città. Ricordiamo come sono andati i mondiali di nuoto del 2009, con altri scheletri sulla città. No alle olimpiadi del mattone”. Le slide dimostrano cosa è rimasto delle infrastrutture create ad hoc per i giochi nelle altre città, la Raggi sottolinea: “Le olimpiadi sono un sogno che si trasforma in un incubo“.

A Confermare la tesi del Primo cittadino della capitale sono le ripercussioni economiche negli stati che già le hanno organizzate come Grecia, praticamente affossata dall’organizzazione di Atene 2004 (costata 8,5 miliardi), di Pechino e Sochi (la prima costata 43 miliardi, quella russa invernale addirittura 51) è presente.

Molte sono state le dichiarazioni contro la sindaca.

“No alle Olimpiadi è ammissione di incapacità” «Il fatto di dire che non si fanno le Olimpiadi per timore della corruzione è una incredibile ammissione di incapacità da parte della dirigenza di quella città» ha aggiunto Renzi.”L’Italia è divisa tra chi sta alla finestra a guardare e chi sta nell’arena e se vede una cosa che non va la cambia. Questa è la differenza tra la politica e il bar dello Sport.”

Anche il presidente Autorità nazionale anticorruzione, Raffaele Cantone esprime il suo parere contro il Campidoglio

“Io credo che ovviamente questi grandi eventi sono sempre a rischio. Credo però che mettere in discussione un grande evento perchè c’è il rischio di infiltrazione mafiosa o di presenza della corruzione sia oggettivamente sbagliato”.

Roma 2024: è un’ occasione di rilancio economico o di aumento dei debiti?

 

 

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME