Roma: Blast, il crocevia della tecnologia e delle start up

0

Da ieri mattina fino al 12 Maggio si tiene a Roma, Blast. Se vi state chiedendo cos’è vuol dire che non appartenente al mondo delle start up e dei finanziamenti. Infatti, questa manifestazione è dedicata all’incontro tra giovani aziende e probabili futuri investitori.

Alla Fiera di Roma s’incrociano più vie: realtà virtuale e aumentata, intelligenza artificiale, Fintech, Foodtech, internet delle cose (Iot) e Industria 4.0 si esprimono e cercano di concretizzarsi attraverso le idee di ragazzi e addetti ai lavori. Selezionare la capitale come luogo privilegiato è stato fondamentale per far comprendere che l’Italia, anche in questo settore, vuole migliorare e mettere in luce le proprie abilità. Secondo il sottosegretario agli Affari Esteri, Benedetto della Vedova: “Bisogna offrire occasioni di networking come questa, tra startup e potenziali investitori, è un modo per mostrare che ci sono creatività e capacità di progettare in Italia da parte di giovani ambiziosi”. 

blast

A livello economico, che è quello maggiormente critico, si stanno compiendo passi in avanti e a confermarlo è lo stesso assessore allo Sviluppo economico della Regione Lazio, Guido Fabiani: “Il piano che sta entrando in azione conta su 100 milioni di euro, tra fondi europei e regionali, con cui intervenire in diverse fasi, dalla nascita allo sviluppo e al consolidamento delle startup”. Blast è un’iniziativa eccellente per dare sfogo alla creatività presente nelle menti del nostro paese -sempre più indirizzate verso l’estero (fuga dei cervelli)- tuttavia la strada è ancora lunga. Per il momento ci si accontenta di aver tracciato l’inizio di un percorso.