Roma, Di Francesco: “Dzeko deve sbloccarsi. Schick mi ha detto di non sentirsi benissimo”

0
Eusebio Di Francesco fonte wikipedia
Eusebio Di Francesco fonte wikipedia

ROMA. Dopo il brutto pareggio casalingo della Roma con il Sassuolo, il tecnico giallorosso Di Francesco ha parlato così in merito alla partita ed al brutto momento della squadra.

 

Sul pareggio casalingo con il Sassuolo

“Dobbiamo recitare il mea culpa. Siamo stati sottotono e abbiamo sbagliato troppo nelle scelte. Dovevamo gestire meglio il vantaggio. Dovevamo chiudere prima la gara. Se vogliamo ambire a essere più grandi non ce lo possiamo permettere.”

Sul momento poco brillante

“Mi auguro che sia solo un momento, non siamo stati efficaci e brillantissimi. E’ mancata lucidità nell’ultimo passaggio o nell’andare a chiudere i tanti cross fatti. Eppure la squadra mi aveva dato risposte positive in allenamento. Oggi abbiamo creato, magari non tante occasioni come quanto fatto ultimamente, e fatto gol. Andava gestito meglio il vantaggio. Dobbiamo concretizzare meglio. Loro erano immediati nelle ripartenze e abbiamo sofferto, ma più nel primo tempo. Abbiamo subito il pari quando eravamo posizionati bene”

Su Dzeko

“Lui si mette a disposizione della squadra e perde forse un pizzico in lucidità sotto porta. E’ uno dei calciatori che tira di più, è importante. Il fatto che non faccia gol è un qualcosa che ti frena. Si deve sbloccare. Quando vincevamo e passavamo la Champions digeriva il modulo, non è che adesso non lo fa più. Oggi non siamo stati tanto lucidi nell’ultimo passaggio. Le percentuali d’errore nel primo tempo sono state alte”.

Sul poco pressing

“Sì, perché le squadre che ci affrontano pensano subito di metterla lunga, che può essere un vantaggio. Nel primo tempo, nei nostri disimpegni e palleggi, loro ripartivano velocemente e non riuscivamo a fare la superiorità numerica. Dovevamo sfruttare di più le corsie esterne”.

Su Schick

“Oggi non ha fatto bene, ma non vuol dire che non possano giocare bene insieme con Dzeko. E dopo l’intervallo l’ho cambiato perché mi ha detto anche che non si sentiva benissimo. Se penso al 4-3-1-2? Le cose vanno allenate. Abbiamo fatto bene, è una settimana particolare con queste tre partite. Uscire dalla Coppa Italia ci ha tolto qualcosa dal punto di vista mentale. Tutti i sistemi sono validi se si ha voglia di far gol e lavorare insieme, ma vanno tutti allenati”.