Roma, Di Francesco: “Siamo sfortunati, prendiamo troppi pali in casa. Nel finale è mancato solo il gol”

0
Eusebio Di Francesco fonte wikipedia
Eusebio Di Francesco fonte wikipedia

ROMA. Dopo la sconfitta di ieri della sua Roma contro il Napoli, Di Francesco ha rilasciato una lunga intervista sul match conclusosi e sul periodo della squadra. Ecco le sue parole.

 

Su Roma-Napoli

“Abbiamo regalato un tempo al Napoli, siamo stati troppo rispettosi. Il Napoli ha fatto meglio nel primo tempo, poi siamo tornati alle origini (il 4-3-3, ndr). Peccato per le situazioni che abbiamo creato. Siamo mancati nel gol finale. Se guardiamo i dati, il Napoli solitamente ha possesso palla altissimo, oggi ce lo siamo divisi. Significa che siamo stati bravi. Loro hanno segnato su un’ingenuità nostra prendendo poi forza.
Con l’Inter domini 70′ e perdi, oggi siamo partiti male. Conoscevamo la forza dell’avversario ma dovevamo fare meglio. Abbiamo tante assenze e questo ha pesato per cambiare la partita in corsa. Ma sono contento di quello che la squadra ha messo in campo. Abbiamo perso con una squadra che è più avanti di noi. Manolas? si presume che abbia un brutto stiramento. Troppi infortuni muscolari? Tanti giocatori erano con le nazionali. Schick ha fatto tre allenamenti, Karsdorp veniva da un infortunio. Manolas tornava dalla nazionale. Peccato si sia fatto male facendo un movimento anomalo.
Volevo essere aggressivo su Jorginho, all’inizio l’ho schierato un po’ più avanti ma non è andata bene. Meglio nel secondo tempo quando siamo tornati alle origini. Il Napoli non ha creato tantissimo concretamente, anche se aveva il gioco in mano. Non riuscivamo a sviluppare. Sono mancate le manovre sulle catene nel primo tempo”.

Su Fazio

“Lui si è allenato solo ieri con noi. Ha fatto 3-4 voli per tornare dall’Ecuador, abbiamo scelto di tutelarlo per il Chelsea. Si lega solo a questo la scelta. Se serve un Perotti più costante? Anche lui ritornava da un infortunio dal mio punto di vista ha fatto anche troppo”.

Sulla sfortuna

“Sono mancati i rimpalli fortunosi. Quando prendi 5-6 pali in casa a volte le partite sono determinate dagli episodi, che ti girano a favore o contro. Prendere ogni volta 2-3 pali significa avere un pizzico di sfortuna. Ho visto una squadra che sta crescendo. Ho visto troppo rispetto di questa squadra nel primo tempo. È quello che non volevo”.