Roma, il futuro di Totti tra Cosmos ed Emirati

0

Nonostante la pace fatta tra Totti e Luciano Spalletti, il futuro di entrambi sembra essere sempre più distante.

Il rinnovo per il capitano giallorosso non arriverà, mentre il tecnico toscano resterà sicuramente anche il prossimo anno. Dopo 24 anni la carriera di Francesco Totti con la maglia della Roma si concluderà, il capitano non vuole assolutamente appendere gli scarpini al chiodo, bisogna solamente decidere la destinazione più gradita. Il richiamo dell’America è fortissimo, nei giorni scorsi il numero 10 avrebbe addirittura parlato con Giovanni Savarese, allenatore dei New York Cosmos, squadra che milita nella NASL, seconda lega Usa, nella quale gioca anche il Miami di Alessandro Nesta. Nell’incontro tra i due si sarebbe parlato anche dell’ingaggio, con Totti che avrebbe richiesto 500mila dollari per 4 mesi. L’esperienza americana sarebbe molto gradita dal capitano giallorosso, così come dalla moglie Ilary ed i figli. Non mancano però anche estimatori negli Emirati Arabi che proveranno a convincere Totti a suon di quattrini, pur di accaparrarsi l’ultima bandiera del calcio italiano. L’Al-Ahli, squadra di Dubai, sembra essere una delle piste concrete per il pupone. Prima dell’addio però c’è da conquistare il terzo posto, obiettivo minimo della stagione, per questo motivo la pace armata tra Spalletti e Totti continuerà per un altro mesetto prima che le strade tra i due si dividano. Spalletti, secondo Radio Radio, avrebbe  comunicato alla società di essere pronto ad andar via qualora dovesse arrivare il rinnovo per il capitano. A giugno Totti e la Roma si separeranno, con la speranza di rivedere tra un annetto il capitano da dirigente dei capitolini, con Pallotta che sarebbe disposto ad offrirgli anche il ruolo di vice-presidente, importante però sarà anche il modo in cui società e calciatore si diranno addio e come muterà il rapporto con Spalletti, se infatti la separazione dovesse avvenire in modo brusco, difficilmente Totti ritornerà per fare il dirigente.