Roma, per la sfida con il Porto Spalletti pensa al 3-5-2

0

Nella giornata di domani la Roma riprenderà ad allenarsi a Trigoria agli ordini di Luciano Spalletti, in vista della gara d’andata del preliminare di Champions League con il Porto, fissata per mercoledì 23 agosto all’Estadio do Dragao, ritorno il 23 agosto allo Stadio Olimpico. Alla rosa giallorossa si aggregheranno anche i nuovi arrivi: Fazio, Szczesny e Vermaelen.

VARIANTE TATTICA- Per la gara con i portoghesi Spalletti starebbe pensando ad un cambiamento dal punto di vista tattico, visti gli uomini a disposizione è probabile che il tecnico decida di utilizzare il 3-5-2. In questo caso in porta giocherebbe Alisson, la difesa a tre sarebbe formata da Vermaelen, Manolas e Juan Jesus, o Fazio in alternativa, sulle corsie laterali di centrocampo agirebbero dal lato destro Florenzi, mentre a sinistra El Shaarawy, al centro invece spazio a De Rossi, davanti la difesa, Nainggolan e Strootman, in attacco probabile la presenza dal primo minuto di Edin Dzeko che tanto ha fatto bene nel precampionato e nelle ultime uscite, affiancato da Salah, con Perotti relegato inizialmente in panchina anche a causa di qualche piccolo fastidio muscolare. Spalletti sta provando questa soluzione già dal ritiro di Pinzolo per consentire alla Roma una variante tattica che potrebbe essere fondamentale in determinate situazioni di gioco. Qualora il tecnico nutrisse ancora dei dubbi riguardo il nuovo modulo, si passerebbe al solito 4-3-3 con Alisson tra i pali, Manolas e Vermaelen al centro della difesa, Florenzi e Juan Jesus terzini, centrocampo a tre con Nainggolan, De Rossi e Strootman, tridente formato da Salah, Dzeko e El Shaarawy.