Roma, non sarà Vlahovic il vice-Dzeko: “Voglio restare alla Fiorentina”.

L'attaccante giura fedeltà alla Fiorentina. Roma costretta a cambiare obiettivo

0
Stadio Artemio Franchi, casa della Fiorentina, fonte By I, Sailko, CC BY 2.5, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=4062996
Stadio Artemio Franchi, casa della Fiorentina, fonte By I, Sailko, CC BY 2.5, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=4062996

Tra i nomi sul taccuino del direttore sportivo della Roma Petrachi per il reparto avanzato c’era quello di Dusan Vlahovic, stella serba classe 2000 della Fiorentina. L’attaccante in questa stagione ha messo a segno 8 reti in 26 presenze, attirando l’attenzione di giallorossi. Attenzione destinata, però, a rimanere tale.

Già perché il centravanti ha intenzione di restare a Firenze ancora a lungo, come rivelato in un’intervista rilasciata ai microfoni de La Gazzetta dello Sport. Ecco un estratto delle dichiarazioni:

“Sono sempre convinto di legarmi ancora più a lungo alla società, questa è la mia seconda casa. Mi hanno accolto e mi trattano come un figlio. Il mio sogno è di lasciare il segno a Firenze e, perché no, vincere qualcosa”.

CAMBIO OBIETTIVO – Le dichiarazioni del centravanti della Fiorentina, salvo colpi di scena, chiudono all’addio nella prossima estate. Ecco perché Petrachi sarà costretto a prendere in considerazione altre piste. I nomi sul taccuino del ds sono quelli di Moise Kean e Francesco Caputo.

Il primo all’Everton non ha convinto e potrebbe partire subito. Operazione costosa ma fattibile in prestito con diritto od obbligo di riscatto. Caputo invece può arrivare a cifre più contenute, ma sarà difficile convincere il Sassuolo a privarsi del suo attaccante.