Roma, il piano di Sabatini per trattenere i big e rinforzare la squadra

0

Terminata la stagione la Roma dovrà pensare ad un’unica data, il 30 giugno, giorno che segnerà la chiusura del bilancio e sancirà il definitivo addio di Sabatini. Prima di andar via il ds cercherà di risolvere le varie questioni di bilancio limitando le perdite e cercando nello stesso tempo di rinforzare la rosa mantenendo bassi i costi.

IL PIANO-Il piano messo in atto da Sabatini prevede la cessione degli esuberi per cercar di far cassa, entro la fine di giugno cercherà di piazzare i vari Sanabria, Iturbe, Paredes, Doumbia, Ljajic, Iago Falque e Torosidis,  per cercare di accumulare almeno 40 milioni utili ad evitare altre sanzioni dal Financial Fair Play. Qualora non si riuscisse a ricavare denaro sufficiente vi sarà probabilmente la cessione di uno dei calciatori più richiesti, Antonio Rudiger, che verrà riscattato dallo Stoccarda per 9 milioni e potrebbe essere sacrificato per far cassa, per evitare cessioni più importanti come quelle di Pjanic, Nainggolan o Manolas, che più volte hanno dichiarato di voler restare nella capitale. Negli ultimi giorni il bosniaco era stato dato ad un passo dalla Juventus, notizia del tutto priva di fondamento, smentita sia dalla Roma che dai bianconeri, al centrocampista verrà infatti proposto il rinnovo con aumento dell’ingaggio e conseguente eliminazione della clausola da 38 milioni. Rinnovi con ritocchi agli ingaggi anche per Nainggolan e Manolas che saranno le basi da cui ripartirà la Roma dalla prossima stagione.

COLPI IN ENTRATA– Sabatini si sta comunque occupando anche del mercato in entrata, acquistati i due brasiliani Gerson e Alisson (il portiere è atteso domani nella capitale per svolgere le visite mediche), il ds ha raggiunto l’accordo con Caceres che a giugno si libererà a parametro 0 dalla Juventus, ed è sempre più vicino a Diawara, centrocampista che tanto ha fatto bene a Bologna, per evitare grandi esborsi economici si valuta di inserire nella trattativa Ricci o Sadiq come parziali contropartite.