Roma, Sky svela un clamoroso retroscena su Spalletti: in caso di esonero niente stipendio

0

Dal suo arrivo nel gennaio dello scorso anno le cose sono cambiate drasticamente, Luciano Spalletti in pochi mesi è riuscito a riprendersi la Roma, la grande rincorsa e le numerose vittorie dello scorso anno hanno riportato nella mente dei tifosi i ricordi di una decina di anni fa, quando i giallorossi con il bel gioco incantavano l’Italia e contendevano sino all’ultima giornata lo scudetto all’Inter di Mancini, impresa sempre sfiorata dal tecnico toscano. Gli ultimi trofei vinti dalla Roma tra il 2006 e il 2008 (2 Coppe Italia e una Supercoppa) vedono Spalletti protagonista assoluto, sempre amato dalla piazza per la semplicità e la chiarezza delle sue affermazioni.

RETROSCENA– Dopo l’esonero di Garcia i tifosi giallorossi speravano in un suo ritorno e così è stato, Sky pochi giorni fa ha rivelato un clamoroso retroscena sulla trattativa che ha portato il toscano nella capitale per la seconda volta. Secondo l’emittente satellitare nel primo incontro tra Pallotta e Spalletti, il patron americano, titubante perché obbligato a pagare Rudi Garcia fino al 2018, fu rassicurato dal tecnico di Certaldo che, oltre ad accettare la durata minima del contratto ovvero un anno e mezzo, avrebbe rinunciato allo stipendio nel caso fosse stato esonerato dopo i primi sei mesi alla guida della squadra. Gesto che testimonia l’attaccamento del tecnico alla squadra e alla città, Pallotta pochi giorni fa ha detto di voler vedere Spalletti sulla panchina della Roma ancora a lungo, il tecnico per ora frena sul futuro: “Servono i risultati o si va tutti a casa”. I tifosi sperano che il toscano rinnovi presto il suo contratto, restando nella capitale il più a lungo possibile.