Roma, Spalletti o Pochettino in caso di addio di Fonseca

Il tecnico giallorosso resterà fino al termine della stagione. La permanenza dipenderà dai risultati raggiunti

0
Paulo Fonseca, fonte Wikipedia
Paulo Fonseca, fonte Wikipedia

I deludenti risultati delle ultime uscite hanno messo in discussione il futuro di Paulo Fonseca sulla panchina della Roma. Le tre sconfitte consecutive con Milan, Udinese e Napoli hanno escluso la squadra dalla corsa Champions e costringono il tecnico a guardarsi le spalle per mantenere il piazzamento in Europa League.

Nonostante ciò l’allenatore portoghese resterà fino al termine della stagione. Il presidente Pallotta ha piena fiducia nelle capacità dell’allenatore e le parole rilasciate sul proprio profilo Twitter qualche giorno fa erano volte a ribadire proprio questo:

“Il futuro di Fonseca non è in dubbio. Ha il mio pieno supporto”. Questo il messaggio del patron americano.

E’ chiaro però che il futuro di Fonseca resta legato ai risultati e qualora i giallorossi non agguantassero neppure l’Europa tutto tornerebbe in discussione. Ecco perché Franco Baldini ha già iniziato a sondare il terreno per eventuali sostituti.

Al momento i nomi che circolerebbero sono due: il ritorno di Luciano Spalletti, alla terza esperienza nella capitale, o l’approdo di Mauricio Pochettino, che aspetta però la chiamata di un club di primissima fascia.