Rudiger: “Il Chelsea? Sono voci che sento da tre anni”

0

Antonio Rudiger, difensore centrale della Roma dallo scorso agosto, in prestito dallo Stoccarda con diritto di riscatto, è attualmente impegnato nella preparazione degli Europei con la sua Germania.

Il numero 2 giallorosso ha rilasciato, nel frattempo, un’intervista alla rivista tedesca Funke Sport, parlando tra l’altro, della sua prima stagione in Italia a partire dai derby con la Lazio: “Si diventa calciatori per giocare questo tipo di partite. I tifosi vivono con intensità il derby e l’atmosfera è straordinaria. Abbiamo vinto entrambi gli incontri e i tifosi ci hanno portato in trionfo. Riesci a sentire benissimo la loro gratitudine per queste vittorie. Se tutto va bene sei un eroe. Ma ho avuto anche modo di provare la sensazione opposta – ha ammesso il centrale romanista – Siamo stati criticati duramente nei nostri periodi più difficili. I tifosi sono pazzi per il calcio e ci mettono tutto il cuore e l’anima“. Parole che lasciano ben intendere quanto Antonio Rudiger in un solo anno in giallorosso abbia già perfettamente capito tutti i vantaggi e gli svantaggi che si hanno nell’indossare questa maglia.

Nel prosieguo dell’intervista non sono mancati gli elogi da parte del centrale tedesco, protagonista di 30 presenze e due reti in Serie A, per Capitan Totti definito una leggenda del calcio italiano. Infine le domande calde sul mercato, che lo ha più volte visto accostato ad alcune tra le migliori formazioni europee, Chelsea in testa: “Per il momento sono un giocatore della Roma. Mi trovo molto bene con la squadra e nella città. Ma non puoi mai sapere cosa può succederà nel calcio. Magari il club può pensarla diversamente o può succedere qualcosa agli Europei. Cmq guardo al futuro fiducioso. Riguardo al Chelsea sono voci che sento da tre anni”– ha concluso il numero 2 romanista. Non resta quindi che aspettare la fine dell’Europeo per conoscere realmente se il suo futuro sarà o meno con la maglia giallorossa.