lunedì, Giugno 24, 2024
HomeAttualitàRussia, bloccato Instagram: la disperazione delle influencer

Russia, bloccato Instagram: la disperazione delle influencer

Dopo il blocco di Facebook, la Russia ha deciso di bloccare l’accesso ad Instagram. Davanti alla decisione del Cremlino, le influencer russe si sono lasciate andare alle lacrime e alla disperazione.

LO SFOGO DELLE INFLUENCER – Dal 14 marzo i cittadini russi si sono visti bloccare la possibilità di accedere ai loro account Instagram. Davanti alla scelta della Federazione Russa, una delle influencer russe si è mostrata in lacrime:

“Se pensate che Instagram sia solo una fonte di guadagno vi sbagliate. Instagram è tutta la mia vita, la mia anima. Mi addormento e mi sveglio ogni giorno da 5 anni”.

Un’altra influencer, nonché TikToker russa, Zhenya Alkhimova, si è mostrata disperata, generando le critiche di alcuni utenti. Su Twitter, infatti, un utente ha così commentato le IG Stories della ragazza: “La russa piange perché non è più in grado di fare soldi”.

Ma qual è il motivo che ha portato la Russia a tale decisione? La decisione è stata presa dopo le dichiarazioni di Meta, proprietario di Instagram, in cui autorizza i cittadini ucraini pubblicare messaggi come ‘Morte agli invasori russi’. Il portavoce dell’uomo, Andy Stone ha infatti ammesso che:

“A causa dell’invasione russa dell’Ucraina, siamo indulgenti con espressioni politiche come ‘morte agli invasori russi’, che normalmente violerebbero le nostre regole sui discorsi violenti”.

Il gesto del Cremlino non è andato solo ad attaccare le influencer, ma anche le piccole imprese che sfruttano la piattaforma per farsi conoscere e, quindi, incrementare le entrate. Inoltre, in molti, dopo il blocco di Facebook e poi di Instagram,temono per WhatsApp.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME