Sacchi: “Il gioco del Napoli regala emozioni, Allegri spesso si rintana in difesa. Vi spiego la differenza tra i due club”

0
Arrigo Sacchi, fonte Flickr
Arrigo Sacchi, fonte Flickr

Arrigo Sacchi in un’intervista rilasciata a “Il Mattino” ha espresso il suo punto di vista sul Napoli del suo pupillo Sarri e sulle differenze con la Juventus, non risparmiando qualche critica ad Allegri. Ecco un estratto delle sue parole:

“Il Napoli dà gioia, il suo gioco regala emozioni. Nessuno domina la partita come fanno gli azzurri. De Laurentiis deve continuare a dare fiducia a Sarri. E in quel caso il Napoli farà un altro passo verso lo scudetto. Quello di Sarri è un capolavoro”. Poi sulla Juventus“Quando le persone fanno in campo tutto quello che possono sono degli eroi e in quella squadra c’è un gruppo di eroi che viene gestito al meglio da Allegri. Con Max non sono mai tenero? Ma non è vero. E solo che non capisco perché tante volte la Juve sceglie di rintanarsi nella propria metà campo rinunciando al gioco. Sarri non lo fa mai...”. Come si arriva al livello dei bianconeri? “Con la pazienza. E con la politica dei piccoli passi. De Laurentiis sta facendo un capolavoro: i conti sono a posto,e questa è una cosa straordinaria nel mondo del calcio. Tanto di cappello. E poi ha avuto l’intuizione geniale di prendere l’allenatore con maggiore sensibilità di gioco. Qualche giorno fa gli hanno rimproverato i punti persi con le piccole e lui fece bene ad arrabbiarsi: ha fatto il record dei punti nella storia del Napoli e c’è chi gli chiede di fare di più?”. Cosa fa la differenza con la Juventus? Quante società italiane, prima di una partita come quella con il Porto, avrebbero messo in tribuna Bonucci per la discussione con il proprio allenatore? Io ho parlato poi col ragazzo qualche giorno dopo e mi disse che l’esclusione era giusta e che aveva fatto bene a lui, all’allenatore e al gruppo. Quella scelta li ha aiutati ad arrivare fino in fondo in campionato e in Champions”.