Sagan non ha limiti, vince anche la prima edizione dell’Europeo Elite. Ma chi è Peter Sagan?

0

Prima edizione per la categoria Elite nei campionati Europei di ciclismo a Plumelec nella Francia. Fino alla scorsa edizione le uniche categorie a darsi battaglia per il titolo europeo erano: Under 23 e Junior in linea ed a cronometro sia maschili che femminili. Dopo la breve parentesi in MTB alle olimpiadi di Rio torna in strada e torna a vincere Peter Sagan, il nuovo “cannibale” delle corse di un giorno. A 26 anni l’attuale campione slovacco vince questa prima edizione Elite da campione del Mondo in linea in carica. In carriera inoltre ha vinto due edizioni della Gand-Wevelgem, una del Giro delle Fiandre, sette tappe e cinque classifiche a punti consecutive al Tour de France, quattro tappe alla Vuelta a España ed innumerevoli piazzamenti sui traguardi di qualsiasi corsa alla quale abbia preso parte. Questa volta al traguardo ha preceduto Alaphilippe e Moreno in una volata sembrata troppo semplice per lui.

Ma chi è Peter Sagan? Lo slovacco è una figura molto eclettica nel mondo del ciclismo moderno che sta riavvicinando molti giovani alle due ruote. Da giovane la sua passione è la mountain bike dove tra gli Juniores nel 2008 tanto per cambiare si aggiudica tutti i campionati di categoria, nazionale, europeo e mondiale. Sui social, dove condivide spesso momenti della sua vita ciclistica e non, è seguito da circa due milioni di fan. Dopo la vittoria al giro delle Fiandre del 2016 ha dichiarato: il segreto della mia vittoria al Fiandre 2016? Mi piace cantare ad alta voce mentre sono in gruppo, anche se a molti dà fastidio.

Dove può arrivare veramente? Innanzitutto stiamo parlando di uno dei corridori più intelligenti che si sono mai affacciati nel mondo del ciclismo, spesso le sue vittorie sembrano addirittura troppo “semplici”. Dotato di una tecnica sopraffina riesce a guidare la bicicletta in qualsiasi condizione e in tutti i modi possibili, in questo forse non si è mai visto uno in grado di fare meglio. Queste sue spiccate doti riescono sempre a metterlo nelle condizioni migliori di precedere avversari sulla carta molto più forti di lui.

Sono ancora tante le corse che lo slovacco vorrebbe vincere ma basti pensare alla sua ancor tenera età per prevedere che per i prossimi 10 anni difficilmente troveremo qualcuno in grado di batterlo. Campione solo nel ciclismo? Sbagliato, questa una delle sue frasi più famose: nella vita si può vincere in tanti modi: si può vincere una corsa, si può vincere una malattia. Penso che la vita sia una continua lotta per la vittoria.

foto instagram Sagan