Salento, di notte le alghe illuminano di blu elettrico le acque di Porto Selvaggio

0

Nelle ultime ore il Salento fa parlare di sé per lo straordinario spettacolo notturno che lascia gli abitanti senza fiato. Il Parco marino di Porto Selvaggio non può essere che una cornice per un quadro naturale, quale quello salentino. La primavera con sé ha portato una magia che fa brillare persino il mare.

Si tratta di un fenomeno eccezionale, dovuto alla presenza della particolare quanto affascinante alga noctiluca scintillans. Tale evento colpisce l’immaginario collettivo per l’improvviso sviluppo di questa alga sulle spiagge salentine. Inizialmente, infatti, gli abitanti del posto avevano mostrato la propria preoccupazione alla vista di alghe rossastre alla luce del sole. Ben presto, però, la sorpresa: al calar della notte la microalga, apparsa sugli scogli davanti Torre Uluzzo, illumina di un blu elettrico le acque. La meraviglia degli utenti, ignari delle sue proprietà, è destata da questa particolare iridescenza che tinge gli scogli fluorescenti al buio.

Nonostante la magia di queste notti primaverili, non va considerata una casualità la nascita di tale genere di alghe. Queste si sviluppano nel periodo di primavera, quando l’aumento di temperatura favorisce la loro crescita. Arrestano il ciclo vitale soltanto nel periodo più caldo dell’estate per l’effetto inibente della lunga esposizione alla luce solare.

Le immagini stanno già facendo il giro del mondo ed è subito boom di turisti. Tanti sono i curiosi che popolano le spiagge notturne in cerca dello scatto migliore da condividere sui social. Non una mostra e nemmeno un sito archeologico. Questa volta ci troviamo di fronte ad uno spettacolo a cielo aperto, un evento più unico che raro.

E’ questo il caso di citare un celebre aforisma di Oscar Wilde, che al meglio descrive questo straordinario evento. “La natura imita ciò che l’opera d’arte propone. Avete notato come, da qualche tempo, la natura si è messa a somigliare ai paesaggi di Corot?“.