Salernitana, Sabatini prova il colpo ex-Napoli

0
simone verdi
Simone Verdi, al centro, con la maglia della Nazionale italiana. Fonte: Flickr

La situazione della Salernitana è sempre più critica. Il covid ha dato un colpo di grazia alla squadra campana: i granata hanno giocato queste ultime partite fuori forma e con formazioni molto rimaneggiate. Colantuono ai microfoni di Dazn ha rilasciato alcune dichiarazioni sui propri giocatori che sono andati oltre i loro limiti nella partita contro il Napoli. Al netto di ciò, la rosa dei campani non sembra all’altezza della Serie A, ma la nuova proprietà e le sue disponibilità economiche possono far ben sperare in un miracolo.

Il primo colpo del presidente Iervolino è stato assumere come d.s., l’ex-Roma Walter Sabatini. Una settimana fa è stato presentato ufficialmente come nuovo membro della dirigenza dei granata. Nella conferenza stampa di presentazione, Sabatini ha dichiarato che verranno fatti almeno 5 o 6 acquisti, mentre per le cessioni, dovranno essere fatte ulteriori analisi sulla rosa.

Sabatini non si è fatto attenendere e si è messo subito a lavoro. Il primo acquisto è stato fatto per la porta: si tratta di Luigi Sepe, portiere del Parma con una grande esperienza in Serie A. Ora il prossimo obiettivo è un rinforzo per il reparto offensivo. Secondo quanto riferisce il giornalista ed esperto di calciomercato, Nicolò Schira, tramite un tweet, ha dichiarato che la Salernitana è vicino ad un altro colpo:

“Via libera del Torino al prestito di Simone Verdi alla Salernitana. Sabatini conta ora di incassare il sì del fantasista nelle prossime ore”. La modalità del trasferimento, secondo Schira e gli ultimi rumors, dovrebbe essere un semplice prestito secco. L’unico dubbio rimane l’ingaggio: l’attaccante 29enne attualmente guadagna circa 1,7 milioni di euro a stagione; se tale trasferimento verrà concretizzato ne dovrebbe percepire la metà.

L’attaccante classe 1992 non rientra nel progetto tecnico dell’allenatore del Torino, che con Ivan Juric, ma anche con i precedenti allenatori, non ha trovato ne una propria collocazione, ne una sua dimensione. L’obiettivo del Torino e del d.s. Davide Vagnati potrebbe essere quello di valorizzarlo in questa esperienza, per poi venderlo a fine anno. La spesa dei 25 milioni fatta da Cairo per prelevarlo dal Napoli però, sembra irrecuperabile.