Come sara l’arredamento del futuro

0

Arredare una casa è un impegno tanto divertente quanto stressante!
Oggi grazie alle tantissime offerte pubblicizzate nei negozi e nei centri d’arredamento c’è poi l’imbarazzo della scelta, tra stile classico e moderno, minimal o eccentrico, economico e costoso, insomma un po’ di stress è inevitabile. Ma come sarà l’arredamento del futuro? Cosa andrà di moda e cosa sarà considerato “out”? Vediamo insieme le previsioni dei maggiori progettisti ed investitori del mercato.

Eco-friendly, una parola sempre più comune

Il nostro bel pianeta è sempre più inquinato grazie alle continue emissioni di CO2, alle azioni che compie ogni essere umano quotidianamente ed allo spreco di energia che di certo non aiuta a mantenere un’atmosfera salutare. Anche in tema di casa ed arredamento è possibile fare delle scelte in grado di migliorare l’ambiente in cui si vive, utilizzando ad esempio materiali naturali per interni ed esterni, oppure integrando l’uso di dispositivi tecnologici personalizzati.

Questo nuovo modo di arredare la propria casa rientra nella tipologia di edilizia eco-friendly e soprattutto hi-tech. La scelta di materiali che producono un ottimo isolamento termico stanno iniziando a rivestire un ruolo fondamentale per quanto riguarda il risparmio di fonti energetiche, quindi meno spreco e meno consumi.

Uno dei materiali più utilizzati sarà il legno, che già si sta facendo strada nella costruzione di case, con pannelli massicci per le pareti, i solai, i tetti ed i pavimenti, composti dal 99,4% da puro legno.

Anche i materiali riciclati sono sempre più ricercati:

  • le ceramiche eco tech, nate dall’unione di polveri ed altri residui di prodotti già lavorati;
  • vetri eco glass, ottenuti da una polvere di vetro proveniente da vecchi televisori e monitor
  • l’ardesia ceramica, ideale per rivestire sia ambienti interni che esterni, avendo lo stesso identico effetto dell’ardesia naturale, adatta alle temperature molto fredde e umide.

Un portale innovativo che si occupa di arredamento con prospettive sul futuro è Verdelilla Home .

Hi-tech, meno stress e più tempo libero

Arredare la casa con elettrodomestici hi-tech sarà la nuova moda, infatti questi ultimi, adattandosi ai ritmi di vita di ogni singola persona aiutano ad affrontare con meno stress e molta semplicità anche le piccole azioni di ogni giorno.

Per esempio i frigoriferi di ultima generazione aiutano a trovare velocemente nuove ricette o a fare la lista della spesa, garantendo un grande risparmio di tempo. Grazie al display integrato sarà praticamente possibile vedere cosa c’è all’interno del vostro frigo senza nemmeno aprirlo, evitando così uno spreco di energia; inoltre sarà in grado di controllare la temperatura interna e di riprodurre musica allo stesso tempo. Un’altra utile creazione è quella degli interruttori con riconoscimento vocale che permettono di spegnere ed accendere la luce senza alzarsi dal divano, oppure alzare o abbassare le tapparelle, attivare e disattivare gli elettrodomestici direttamente da un app tramite lo smartphone.

Smart home

Chi non vorrebbe una doccia wi-fi che si programma da remoto oppure un letto che si inclina per farvi respirare meglio? O che vi riscaldi i piedi automaticamente? Ebbene grazie alla tecnologia sempre più avanzata, il materasso sarà in grado di monitorare i movimenti del corpo durante il sonno ed autoregolarsi per migliorare la posizione e quindi la qualità del vostro riposo.

Lo Smart Bed è dotato di un sistema che riscalda i piedi e si attiva in base all’orario in cui si va di solito a dormire sempre tramite le statistiche che l’app sullo smartphone invia al dispositivo. Sono tutti piccoli accorgimenti che migliorano decisamente lo stile di vita di ognuno ed aiutano sorprendentemente ad ottimizzare il tempo. Tutto questo collegato strettamente ad un notevole risparmio energetico.

La doccia con controller digitale e sistema wi-fi permette di programmare la temperatura dell’acqua in remoto e collegare fino a 4 dispositivi, evitando una volta per tutte di ritrovarsi sotto un getto d’acqua ghiacciata in pieno inverno.

Design e spazi

Anche il design cambia con il passare del tempo, con la progettazione di nuovi prodotti e con l’approccio a standard di vita sempre più elevati; gli spazi diventano fluidi e seppur piccoli assolutamente in grado di reinventarsi e di prestarsi a usi differenti.

L’arredamento in primis risentirà di tutti questi cambiamenti, infatti gli oggetti “nuovi” sono degli ibridi, cioè oggetti capaci di trasformarsi in qualcos’altro, in base alle esigenze del momento. Anziché scegliere un semplice divano si opterà per un divano letto, in modo da ottimizzare gli spazi ed avere eventualmente una funzione in più. I mobili che conosciamo si trasformeranno in elementi polifunzionali e l’idea di conservare ogni cosa riempiendo cassetti ed armadi piano piano svanirà.

Saremo sempre più spinti verso un sistema di memorizzazione digitale tramite nuove tecnologie che permettono di archiviare foto, musica e tutto il resto senza necessitare di spazio fisico. Ciò significa meno mensole per cd e libri che occupano molto spazio, più ibook e musica accuratamente conservati in hard disk o in librerie virtuali come icloud.

Elettrodomestici intelligenti

Oggetti eclettici ed intelligenti, perché dopotutto questo è il senso della parola smart.

Le grandi aziende lanciano sul mercato prodotti capaci di svolgere più funzioni contemporaneamente, ad esempio lampade che caricano wireless i dispositivi che supportano tali standard; una fusione di tecnologia e mobili che impareranno a vivere perfettamente in sintonia.

Gli oggetti potranno essere sempre più personalizzati, in base ai diversi gusti ed alle differenti esigenze, quindi sempre più unici e vicini ai reali desideri del cliente. Fra i progetti futuri uno dei più importanti è quello di rendere gli schermi touchscreen meno noiosi e piatti, ovvero ricreando delle sensazioni riconoscibili al tatto.

La casa del futuro

Le prossime casa che verranno costruite in futuro saranno progettate in maniera intelligente e saranno pratiche, versatili e concepite con le migliori tecnologie. Piccole ma con spazi aperti, con pochi mobili ma capaci di trasformare velocemente un luogo da un ufficio ad una casa funzionale; questo anche grazie al collegamento di tutti gli elementi presenti nell’abitazione alla smart tv.

Tutto potrà essere collegato ad essa, dalle tende all’illuminazione, dall’impianto di sicurezza agli elettrodomestici. Si tratta di una sorta di realtà virtuale, che forse oggi sembra ancora molto lontana ed impossibile sotto alcuni punti di vista, ma fra una decina d’anni tutti questi progetti potrebbero tranquillamente diventare realtà e soprattutto parte integrante della nostra vita.
Bilance intelligenti, magici specchi collegati agli armadi capaci di mostrarvi a distanza tutti i vostri vestiti, abiti autopulenti, una cucina con stampante 3D, insomma tutte cose che faranno diventare la vostra vita tecno domotica.

Mobili multiuso

Tutti i mobili diventeranno multiuso, ad esempio un semplice sgabello potrà fungere da comodino, da sedia, da scaletta o da semplice e comodo appoggio. Gli oggetti saranno sempre più piccoli e meno ingombranti, facili da spedire o da imballare; questo per diminuire i costi di spedizione e per occupare meno spazio all’interno della casa.

Alcune aziende stanno progettando addirittura materiali 4D in grado di piegarsi e tornare poi alla forma originale grazie alla stimolazione di calore o idrica. La connettività non riguarderà più soltanto le persone e gli oggetti ma sarà possibile collegare gli oggetti fra loro, con un linguaggio codificato. Sempre più app saranno in grado di gestire elettrodomestici a distanza, come succede già con lavatrici, asciugatrici e frigoriferi.Le innovazioni tecnologiche non saranno più solo fantascienza ma cambiamenti reali.