Sarah Paulson nel cast di American Horror Story 10

0
sarah-paulson
Sarah Paulson. Fonte wikimedia commons

Sarah Paulson tornerà nel cast di American Horror Story.

L’attrice ha partecipato a quasi tutte le stagioni dell’acclamata serie di Ryan Murphy.

Solo la nona stagione, American Horror Story:1984, non ha contato con la presenza di Sarah Paulson tra i protagonisti.

Ryan Murphy e la Paulson vantano una proficua collaborazione.

L’attrice ha preso parte anche ad American Crime Story, Feud e Ratched. Quest’ultima ancora inedita sul piccolo schermo.

La rivista statunitense Deadline ha però confermato che l’attrice tornerà per la decima stagione della serie antologica di FX.

Ecco le parole di Sarah Paulson: 

“Ho chiesto a Ryan Murphy se potessi confermare pubblicamente la mia presenza nella decima stagione di AHS. Mi ha dato il via libera quindi sì, sarò nella decima stagione.”

Inoltre Sarah Paulson ha aggiunto di non essere a conoscenza ne del tema della nuova stagione dello show ne del ruolo che interpreterebbe.

Infine l’attrice ha confermato di voler partecipare anche alle prossime stagioni dell’amato show.

La nona stagione di American Horror Story si è conclusa recentemente. Subito dopo è stato annunciato il rinnovo del telefilm per altre tre stagioni.

Nell’attesa di vedere l’attrice in questo misterioso ruolo nella decima stagione di American Horror Story, potremo vederla sul piccolo schermo in ben tre produzioni: Mrs. America, Ratched ed American Crime Story: Impeachment.

Mrs. America andrà in onda a partire da aprile 2020 su FX. La serie di Dahvi Waller conta con la partecipazione anche di Cate Blanchett.

Ratched, serie di Ryan Murphy, uscirà a settembre 2020.

Per quanto riguarda la messa in onda di American Crime Story: Impeachment, sempre di Ryan Murphy, la data non è ancora confermata. Lo show si basa su un periodo delicato della politica statunitense, lo scandalo Lewinsky che coinvolse il presidente Bill Clinton. Inizialmente FX avrebbe voluto mandare in onda la serie a partire da settembre 2020 ma l’avvicinarsi delle nuove elezioni statunitensi potrebbe far slittare la data.