Sassuolo, l’ad Carnevali: “Scamacca rimasto al Genoa per il mancato arrivo di Niang”

Il dirigente del club emiliano ha spiegato il motivo per cui l'attaccante non ha lasciato la Liguria

0
Mapei Stadium, casa del Sassuolo, fonte By RegSimo at Italian Wikipedia - Transferred from it.wikipedia to Commons., Public Domain, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=35585800
Mapei Stadium, casa del Sassuolo, fonte By RegSimo at Italian Wikipedia - Transferred from it.wikipedia to Commons., Public Domain, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=35585800

Buona parte del mercato invernale della Juventus è ruotata intorno al nome di Gianluca Scamacca. Il centravanti di proprietà del Sassuolo, ma in prestito al Genoa, era l’obiettivo primario per il reparto avanzato di Andrea Pirlo, ma alla fine l’affare è sfumato.

I bianconeri e il club neroverde hanno trattato a lungo, raggiungendo l’accordo sulla valutazione del cartellino (intorno ai 20 milioni di euro), ma le divergenze sulle modalità d’acquisto hanno frenato l’affare.

Oltre alla Juve c’era il pressing del Parma, ma il Sassuolo era pronto anche a riportare Scamacca in Emilia per inserirlo nelle rotazioni di De Zerbi, dato che con l’arrivo di Ballardini il giocatore sta trovando sempre meno spazio.

A spiegare i motivi del mancato trasferimento ci ha pensato direttamente l’ad del Sassuolo Giovanni Carnevali a La Gazzetta di Modena. Le dichiarazioni:

“Visto che con il cambio di allenatore stava giocando poco ho deciso di chiamare Preziosi per dirgli che se il giocatore non serviva al Genoa lo avremmo ripreso noi, ma la società ligure ha deciso di tenerlo perché non è riuscita ad acquistare Niang, che era il loro vero obiettivo.

La Juventus voleva Scamacca in prestito, ma lo davamo solo con obbligo di acquisto. Il Parma, invece, aveva proposto una cifra molto importante, intorno ai 25 milioni per un prestito oneroso con obbligo di riscatto in caso di salvezza a fine stagione. Alla fine, però, abbiamo preferito rimanere così, anche perché il prossimo anno non è assolutamente detto che lo cederemo, potrebbe rimanere con noi”.