SBK Donington, parola ai piloti nella Press Conference

0

Come al solito, il giovedì, è la press conference ad aprire ufficialmente il weekend di gara e questa volta i cinque piloti schierati erano Rea, Haslam, Sykes, Davies e Torres, a podio per la prima volta in carriera in Gara2 ad Imola.

Impossibile non notare che, di cinque piloti, quattro sono inglesi.

L’argomento principale, nonché il più sentito, è quello dello scontro interno nel box KRT, specialmente dopo le ottime prestazioni di entrambi ad Imola. “È vero che insieme abbiamo vinto le ultime cinque gare qui a Donington, però sarebbe da pazzi escludere a priori i nostri avversari dalla lotta per il successo” ha detto il Rea. “Ci sono diversi piloti britannici in grado di vincere” ha concluso. Dopo lo stato di grazia in cui ha vinto 8 gare su 10 disputate è inutile dire che proprio lui resta il favorito.

Favorito per questo round anche il compagno di box, Sykes, vincitore negli ultimi quattro anni su questo tracciato. “Ad Imola abbiamo fatto un altro passo avanti. Se riuscissimo a migliorare il rendimento nel finale di gara dovremmo poter restare in lotta per il successo.”

La parola è poi passata ad Haslam, pilota che abita vicino al circuito e reduce da un infortunio alle costole ad Imola: “Donington Park è di sicuro uno dei miei tracciati preferiti. Non sarà facile correre con delle costole incrinate ma ho fatto ciò che ho potuto per recuperare al meglio. Il team ha fatto il possibile per migliorare la moto ed abbiamo del nuovo materiale da provare domani”.

Dopo la doppia delusione di Imola, anche se Donington non è proprio il suo tracciato preferito, cerca riscatto anche Davies. “Tutto può succedere, anche se visto il momento di forma di Rea sarà difficile batterlo. Non è mai detta l’ultima parola e per quanto ci riguarda, l’importante è concentrarci sulle nostre prestazioni e cercare di riportare la Ducati sul gradino più alto del podio”.

Ultimo a prendere parole è stato il debuttante Torres, alle prese con il secondo tracciato consecutivo su cui corre la prima volta: “Il podio in Imola è arrivato grazie alla fortuna, visto il problema tecnico occorso a Chaz, ma l’ho comunque festeggiato a dovere. Questo fine settimana mi aspetta un’altra nuova pista e l’obiettivo è lo stesso da inizio stagione. Devo continuare a cambiare il mio stile di guide e spero di finire, questa volta, a meno di ventisei secondi dal vincitore”. Ha concluso scherzando il pilota spagnolo.