Scamacca, l’Inter e Marotta cercano di beffare la Juventus

0
Giuseppe Marotta, ad della Juventus Di photo coundown - photo coundown, CC BY 2.5, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=16589644
Giuseppe Marotta, ad della Juventus Di photo coundown - photo coundown, CC BY 2.5, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=16589644

Gianluca Scamacca conteso tra Inter e Juventus. Sul giocatore ci sarebbe anche il Milan, più defilato nella corsa

Il mercato degli attaccanti in Italia è in fermento. Tutti cercano soluzioni offensive, con Gianluca Scamacca a non esser da meno per richieste.

La punta del Sassuolo è sotto i riflettori della Juventus, che da tempo lo punta per portare una soluzione in più ad una fase offensiva pressoché spesso sterile.

Ad insidiare la Juventus, però ci sarebbe l’ombra di un grande ex bianconero. Infatti, Giuseppe Marotta starebbe spingendo per poterlo avere all’Inter come vice Edin Dzeko. Sul giocatore ci sarebbe anche il Milan, che però è ben più lontano rispetto a Juventus e Inter.

La posizione del calciatore

Scamacca sarebbe anche allettato dalla possibilità di confrontarsi con una big, ma c’è un grosso problema. Il calciatore vorrebbe la titolarità e giocare, così da poter crescere tranquillamente e provare ad arrivare al mondiale in Qatar. Sempre se l’Italia si qualificherà, ovviamente.

Gianluca vuole affermarsi con il club e con la nazionale, il mercato per lui viene dopo. Per ora è concentrato sulla stagione in corso e il Sassuolo. Il classe ’99 ha difatti collezionato 15 presenze, segnando ben 5 reti nel corso di questa Serie A con i neroverdi.

Il suo valore di mercato si aggira attualmente sui 15 milioni, poco ma sicuro che a fine stagione si avranno dei cambiamenti. Di certo il Sassuolo non lo svenderà a poco o cederà facilmente. Vedasi l’operazione Locatelli con proprio la Juventus di mezzo, che ha passato un’intera Estate dietro al giocatore.

Le pretendenti sono dunque avvertite: che sia Inter o Juventus, il Sassuolo non farà nessuno sconto. Marotta e Cherubini si preparano allo scontro di mercato.