Sciopero a tempo indeterminato per i lavoratori delle Terme di Agnano

0

Pubblicata proprio oggi su Ansa la notizia che vede protagonisti gli impiegati del Complesso termale di Agnano che è una delle strutture storico-artistiche di Napoli situato nei Campi Flegrei, a ovest della città.

I lavoratori iniziano uno sciopero a tempo indeterminato essendo da mesi senza stipendio con un incerto futuro occupazionale. Infatti Rino Strazzullo e Giuseppe Silvestro della Uiltucs (Unione Italiana Lavoratori Turismo Commercio e servizi) dichiarano:

il Comune sapeva di questa situazione e l’ Azienda Terme aveva chiesto di far partire il bando per un prestito obbligazionario che poteva aiutare a recuperare fondi per gli stipendi, ma a tutt’oggi il Comune non si è espresso.

Sono circa 70 le famiglie che da almeno tre mesi non possono contare su alcun salario e con questo sciopero Uiltucs, Fisascat e Filcams chiedono un intervento immediato del Comune di Napoli.

Il complesso, riconducibile all’epoca greca anche se le rovine che è possibile vedere oggi dislocate sulle colline adiacenti sono romane, ha  ospitato rilevanti convegni come quello sull’idroclimatologia; diventò sede militare degli americani durante la seconda guerra mondiale e negli anni sessanta vennero demolite buona parte delle strutture liberty per far posto all’albergo progettato da Giulio De Luca.

Un elemento importante, dell’originaria struttura ancora visibile, è il vecchio ingresso. Il complesso è formato da Non solo varie fontane e giardini  formano il complesso ma anche fabbricati in fase di lavorazione. Inoltre dopo approfonditi restauri sono tornate alla luce le antiche terme romane e altri resti archeologici. Il 13 luglio 2011 Luigi De Magistris inaugurò con il taglio del nastro le piscine esterne.

Si spera, data la bellezza e l’importanza storica, venga dato presto a questo luogo ed affini addetti impiegati, protagonisti dell’attuale sciopero, il sostengo che merita dal Comune di Napoli.