Scozia, i Rangers tornano in Premiership

E' fatta: i Rangers tornano nella massima divisione scozzese dopo quattro anni di "esilio" nelle serie minori.

0

Notizie entusiasmanti dalla Scozia: il Rangers FC è ormai matematicamente promosso in Premiership, la massima divisione del calcio scozzese, dopo aver “scontato” ben quattro anni nelle divisioni minori, partendo precisamente dalla quarta e intraprendendo il duro percorso per ritornare su palcoscenici di gran lunga più importanti. Ieri migliaia di tifosi hanno finalmente potuto liberare tutta la loro gioia per questo successo all’Ibrox Stadium di Glasgow, dove i Rangers hanno battuto per 1-0 il Dumbarton grazie ad una rete siglata al 50′.

Mark Warburton (dailyrecord.co.uk)
Mark Warburton, allenatore del Rangers FC(dailyrecord.co.uk)

In questo modo la leggendaria squadra scozzese, che in bacheca può vantare ben 54 titoli scozzesi, 33 coppe di Scozia e 27 coppe di Lega, ha ottenuto la promozione anticipata in Premiership. A causa dei gravi problemi finanziari della precedente società, che poi culminarono nella dichiarazione di bancarotta, i Rangers furono relegati in quarta divisione nel 2012, da dove ripartirono con il nome di Rangers FC.

Questa promozione avrà senza dubbio risvolti importanti nel calcio scozzese: il Celtic ha infatti vinto le ultime quattro edizioni della Premiership. Un motivo ci sarà? Al momento, l’unica squadra che sembra poter contrastare il dominio assoluto dei biancoverdi appare l’Aberdeen, che nonostante possa contare su una storia importante in Scozia e anche in Europa, oggigiorno non pare assolutamente in grado di avere la meglio su una compagine molto più forte come il Celtic. Il ritorno dei Rangers servirà quindi a riequilibrare un campionato che va a due velocità: quella del Celtic e quella di tutte le altre squadre.

Un'immagine del derby di Glasgow (irishpost.co.uk)
Un’immagine del derby di Glasgow (irishpost.co.uk)

Però è anche vero che i Rangers avranno bisogno di rafforzare la squadra per il prossimo anno, dove in ogni caso con grande difficoltà riusciranno a scardinare lo strapotere dei rivali di Glasgow. L’anno prossimo sarà presumibilmente un anno di transizione, in cui ci si dovrà adeguare a diversi rapporti di forza, ma ciò non impedirà a tutti gli appassionati di calcio di assistere ad uno dei derby calcistici più interessanti del mondo.