Scuole aperte il sabato e la domenica, la proposta di Paola De Micheli

0
Scuole aperte il sabato e la domenica, Contagi nelle scuole, Le scuole non chiudono, Covid nelle scuole, Test rapidi nelle scuole, Primo caso positivo nelle scuole, Mascherine non necessarie
Scuola, Fonte PIXNIO

Per far fronte al forte affollamento nei mezzi di trasporto, le scuole potrebbero essere aperte anche il sabato e la domenica. Questa è la proposta della ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, appunto, Paola De Micheli. Un’idea giustificata dagli orari in cui si verificano tali assembramenti, perlopiù orari scolastici.

CAMBIAMENTI NEGLI ORARI – Attualmente ci sono già predisposizioni con ingressi diversificati fino alle 9 per gli alunni e il personale scolastico. Ma secondo la ministra non basta, anzi sono: «Largamente insufficienti. Tra le 7 e le 9 di ogni mattina la metropolitana e gli autobus sono pieni, per poi viaggiare semivuoti dopo le 9,15. Dobbiamo spalmare l’entrata e l’uscita degli studenti sulle prime dodici ore della giornata, dalle 8 alle 20».

La proposta di De Micheli sarebbe quindi di far entrare gli allievi anche in tarda mattinata ma soprattutto anche il sabato e la domenica.

«Certo, siamo in emergenza e credo sia necessario fare lezioni in presenza anche il sabato – e probabilmente anche la domenicaSono decisioni che vanno condivise con tutto il governo, ma, dicevamo, siamo in emergenza e bisogna far cadere ogni tabù. Ce lo chiedono diverse Regioni. Anche gli orari delle attività produttive dovranno essere cambiati, cadenzati».

In tale senso è assolutamente necessario che i mezzi di trasporto continuino per ora a rispettare la capienza massima del 50%. Questo perché altrimenti: «Servirebbe far uscire dall’autorimessa, dalle 7 alle 9, altri cinquecento mezzi pubblici. Impossibile, dovremmo togliere dalle strade le automobili».

RIAPERTURE DELLE SCUOLE – Le scuole saranno quindi aperte il sabato e la domenica? Per adesso è solo una teoria, ma sulla riapertura degli istituti finora chiusi, De Micheli è categorica. «Le scuole vanno riaperte quando ci sono le condizioni per riaprirle. Vediamo a che punto stanno, il 9 dicembre, i contagi».