Serata di gala al San Paolo: il Napoli riceve il Milan per il primato in classifica

0

Dopo la pausa per le nazionali torna la Serie A e il posticipo di domenica sera è da brividi: il Napoli riceve al San Paolo il Milan per una sfida d’alta classifica in un torneo equilibratissimo.

Sono passate solo sette giornate, ma l’impressione è che questo torneo si deciderà solo alla fine dato che rispetto alle scorse stagioni c’è stato un sostanziale livellamento. In pochi però avrebbero scommesso sul fatto che Milan e Napoli occupassero rispettivamente la prima e la terza posizione, inframezzati peraltro da un sorprendente Sassuolo. Secondo i pronostici serie A di Wincomparator.com, dove troviamo analisi e previsioni su tutte le partite della settimana della massima Serie, il Milan a inizio stagione era dato come “mina vagante del torneo”  ma non tra le principali candidate alla lotta per il titolo. Al Napoli, invece, veniva assegnata qualche chance scudetto in più, a patto però di risultare meno altalenante. E per la prossima partita, il pronostico pende leggermente a favore dei padroni di casa, seppure la partita sia di difficile previsione.

Al rientro dalle trasferte internazionali gli azzurri si presentano con qualche defezione importante e molti dubbi sulla formazione. Hysaj, impegnato con la sua Albania contro Kosovo e Kazakistan, è risultato positivo al Coronavirus e non potrà dunque prendere parte alla gara, uno stop che si protrarrà ancora per altre gare. Il nigeriano Osimhen ha riportato un infortunio che lo terrà lontano dai campi per un po,’ mentre si attendono notizie rispetto ad altri membri della squadra: il rischio di risultare positivi ai tamponi all’ultimo è sempre presente, per qualsiasi giocatore o membro dello staff.

Questo è il caso per il Milan, costretto a mandare in panchina Daniele Bonera, collaboratore di Pioli e del suo vice entrambi in quarantena per aver contratto il nefasto virus. I rossoneri, d’altro canto, hanno la rosa al completo. Sempre che, si intende, nessuno incorra in ulteriori problemi di qui a domenica.

Il Napoli può invece contare sul favore dei precedenti: nell’ultimo decennio infatti gli azzurri non hanno mai perso in casa con i rossoneri raccogliendo ben sei vittorie e tre pareggi in nove sfide. L’ultima sconfitta risale al 25 ottobre 2010 e sembra un’era fa. Il Napoli era allora guidato da Mazzarri e il trio delle meraviglie Hamsik – Cavani – Lavezzi infiammava i cuori dei tifosi. Il Milan schierava curiosamente due giocatori che siederanno in panchina questa domenica: Bonera e il mister azzurro Gattuso. L’unico dei ventidue a prendere parte alla prossima sarà…Ibrahimovic, che allora siglò il gol vittoria rossonero. Sarà ancora il caso? Noi ci auguriamo che la partita sia più combattuta possibile e che entrambe le squadre lottino fino a fine torneo per i massimi traguardi.