Serata ebraica in al ghetto di Roma

Freddo a Roma riscaldato da atmosfere kosher

0

Serata ebraica al ghetto. Si cambia ambiente rapidamente, a Roma, se a comandare è il carciofo alla giudia. Il tutto immersi in una atmosfera magica di una Capitale rinata, e rinnovata. Una serata fredda capitolina condita dalla bella vita di Campo de’ Fiori, gremita di gente.  In via del Portico di Ottavia grandi festeggiamenti per Gusto kosher, una giornata all’insegna del buongusto e della buona tavola. La giornata è iniziata presto con mostre e tavole rotonde. Alle 11 i sapori complessi dell’ebraismo dalla tavola alla vita, a cura di Icpo, con il rabbino capo di Roma Riccardo Di Segni e molti altri. Una occasione per riflettere sia sui nuovi stili alimentari come quello vagano e crudista. Da Tel Aviv una cucina che abbraccia i sapori e i colori delle sue radici persiane, in una interpretazione vengano. Una orchestrina ha condito il tutto accendendo la serata con canti e balli Mediorientali, per una performance all’insegna del buongusto. Al centro del locale, un gusto vinoso bagnato da bianchi e rossi, accompagnato da piatti di patate e panini particolari e moto gustosi. C’è sempre tempo per un buon kosher al Ghetto. Soprattutto se la bella serata romana lo permette. Negozi aperti tutta la serata, alimentari all night long, per la Dolce Vita capitolina.