Serie A, 16ᵃ giornata: Napoli-Roma e Juve-Fiorentina spiccano

0

La sedicesima giornata del campionato di Serie A riserva ben due big match di altissima classifica. Domenica alle ore 15:00 il Napoli sfiderà la Roma al San Paolo mentre la sera la Juventus ospiterà in casa la Fiorentina. Giornata che comincia però oggi alle 15:00 con Genoa-Bologna (occhio al fantacalcio!) mentre stasera l’Inter sarà ospite dell’Udinese. Lunedì Lazio-Sampdoria chiude il programma.

TUTTI A GUFARE L’INTER – Sarà inevitabile che stasera tutta Italia (non nerazzurra) sarà davanti al televisore a sperare in un passo falso dei nerazzurri, che nelle ultime cinque partite sono caduti solo al San Paolo. Il ruolino di marcia degli uomini di Mancini fuori casa è il migliore del campionato, anche se nelle ultime cinque gare in trasferta hanno vinto solo a Bologna e a Torino. Il nono 1-0 stagionale è molto possibile vista la scarsa prolificità di entrambe le squadre (hanno segnato in due 32 goal quasi quanto quelli di Fiorentina e Roma). Il fattore campo non dovrebbe fare la differenza in quanto l’Udinese ha addirittura raccolto più punti lontano dal Friuli che in casa fin qui (10-8). Mauro Icardi, fin qui fermo a quattro reti, dovrebbe partire titolare mentre l’Udinese dovrà fare a meno degli squalificati Danilo e Felipe. Ovviamente se l’Inter dovesse vincere confermerebbe anche questa settimana il suo primato in classifica. Dal 2010 gli scontri diretti al Friuli tra Serie A e Coppa Italia hanno visto una perfetta alternanza di vittorie con 4  lombardi e 3 bianconeri. Il pareggio non si vede dalla stagione 2008.

IL DERBY DEL SOLE – Abbiamo ancora tutti negli occhi il tracollo del Napoli la settimana scorsa contro il Bologna (si sarebbe giocato in realtà in settimana anche l’ultimo turno della fase a gironi dell’Europa League, ma come abbiamo già ribadito in passato il girone del Napoli non era assolutamente probante, per cui le prestazioni dei partenopei in Europa, seppur ottime, sono comunque da prendere con le pinze, vedremo dagli ottavi in poi di che pasta sono fatti) ma visto che si torna a giocare un big match al San Paolo, basta scherzare. La squadra di Sarri deve tornare a imporsi in campionato e chissà magari anche superare l’Inter ma per farlo dovrà battere una Roma che è comunque molto in confusione. Dopo il passaggio turno con 6 punti e la deludente prestazione contro il Bate Borisov i giallorossi sono usciti giustamente fischiati dal proprio pubblico che domani si aspetterebbe un riscatto dopo l’unica vittoria (proprio nel derby) inn 5 gare nelle ultime di Serie A. I fari sono ovviamente puntati su Gonzalo Higuaín che con 14 reti in 15 gare finora ha permesso al Napoli di stare così in alto, c’è quindi bisogno che le sue prestazioni rimangano di primissimo livello per continuare a viaggiare in prima classe. L’allenatore della Roma Rudi Garcia è comunque da considerare a rischio, specie se dovesse arrivare una sconfitta pesante. Quanto ai testa a testa i capitolini sono reduci da tre sconfitte consecutive al San Paolo, ultimo successo nel 2011.

E LA JUVE PUÒ APPROFITTARNE – Non giocherà una partita facile perché se la dovrà vedere con la Fiorentina (che ha 5 punti in più in classifica) ma la Juventus in casa ha tutte le carte in regola per sfruttare eventuali perdite di punti di Roma e Napoli per instaurarsi definitivamente al vertice della classifica di Serie A e tornare a lottare per lo scudetto (cosa impensabile 7-8 giornate fa, ma in questo campionato equilibrato 5 vittorie consecutive fanno la differenza, figuriamoci 6). Entrambe le squadre sono reduci dalle fatiche di coppa, con l’evidente svantaggio della Fiorentina che ha giocato giovedì mentre la Juventus martedì. Ennesimo rebus in attacco per i torinesi con Mandzukic che dovrebbe essere preferito a Morata con Dybala confermato. La Viola si ritrova a disputare il suo ultimo big match del girone di andata e ci arriva con uno score di 2-2 (vittorie contro Inter e Milan e sconfitte contro Napoli e Roma). Per i bookmaker le quote sono sbilanciatissime a favore della Juventus che paga 1.61 mentre una vittoria della squadra di Paulo Sousa vale ben 6 volte la posta.