domenica, Luglio 21, 2024
HomeSportCalcioSerie A: Il Napoli si conferma, la Juventus vince col brivido

Serie A: Il Napoli si conferma, la Juventus vince col brivido

Nessun problema per Juventus e Napoli che vincono i loro match di campionato e si confermano ai vertici della classifica della Serie A. I risultati Serie A di oggi: alle 18:00 i bianconeri hanno espugnato il Renzo Barbera battendo il Palermo 0-1 grazie a un autogoal di Goldaniga (di tacco) in seguito a un tiro da fuori area di Daniel Alves. I partenopei invece hanno battuto il Chievo per 2-0 grazie alle reti di Gabbiadini e Hamsik (100esimo goal con la maglia azzurra per lo slovacco). La squadra di Allegri si porta dunque a 15 punti in classifica mentre quella di Sarri indietro solo di una lunghezza è a 14, ciò significa che né Roma né Inter domani potranno agganciarla. Adesso le due compagini sono impegnate all’impegno di Champions con Napoli – Benfica e Dinamo Zagabria – Juventus.

JUVE OK MA… – La Juventus ha probabilmente inscenato una delle più brutte prestazioni fin qui insieme a quella di San Siro, e il fatto che arrivino nella stessa settimana fa un po’ preoccupare, anche se almeno i tre punti sono arrivati. Il problema muscolare a Rugani ha imposto il cambio modulo (dal 3-5-2 al 4-3-3 con Cuadrado) che non pochi problemi ha creato ai bianconeri che non sono mai riusciti a pungere significativamente. In attacco Higuaín e Mandzukic sembravano un po’ pestarsi i piedi e l’argentino si è dedicato molto più al contenimento che alla fase d’attacco. Poi il fortunoso goal ha messo la partita in discesa con la Juve che non ha mai provato ad affondare anzi, ha rischiato fino alla fine di subire il goal del pareggio. Brutta prestazione che non lascia per niente contenti i propri tifosi. Dybala forse almeno una mezz’oretta avrebbe potuto giocarla, anche per cercare di gestire meglio il vantaggio.

NAPOLI NO PROBLEM –  Sarri fa riposare il Milik in vista della Champions e Gabbiadini non lo delude siglando il primo goal stagionale. Il Napoli si conferma ottima squadra capace di fare un bel gioco. Ultimamente sembra comunque esserci il problema degli esterni. Insigne infatti ha smarrito i suoi colpi da maestro e non riesce più a trovare la porta, bisognerà aggiustare la mira perché serve apporto anche dalla fascia non di Callejón; il napoletano è stato uno dei peggiori in campo e non è riuscito a giocare bene neanche sul 2-0 sbagliando semplici tocchi. Il Chievo non è quasi mai entrato in partita e in certi momenti ha lasciato fare agli avversari quello che volevano. I presupposti per condurre un bel campionato ci sono, ma gli impegni seri arriveranno più avanti (tra due giornate, prima della sosta, c’è Napoli – Roma il 2 ottobre).

Walter Molino
Walter Molino
Laureato in Mediazione Linguistica e Culturale (Spagnolo, Portoghese e Catalano) all'Università degli Studi di Napoli "L'Orientale", appassionato di calcio e basket.
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME