Serie A, al Napoli basta solo Callejon per riagganciare la Roma!

0
Stadio San Paolo, casa del Napoli, fonte Di Pochos di Wikipedia in italiano, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=24758037
Stadio San Paolo, casa del Napoli, fonte Di Pochos di Wikipedia in italiano, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=24758037

Al G. Meazza a concludere la trentaquattresima giornata di Serie A sarà la partita tra Inter e Napoli. Gli uomini di Stefano Pioli arrivano a questo appuntamento dopo aver incassato una bruciante sconfitta una settimana fa contro la Fiorentina. Invece gli uomini di Maurizio Sarri arrivano all’appuntamento di Milano dopo aver pareggiato a Reggio Emilia contro il Sassuolo per 1-1.

Nei primi minuti di gara entrambe le squadre in campo hanno subito un’occasione ciascuno: Zieliniski avanza sulla fascia e poi passa la palla a Callejon che però crossando non riesce a trovare nessun compagno e quindi la palla finisce tra le braccia di Handanovic; Candreva dopo aver conquistato il pallone serve Brozovic, quest’ultimo crossa in mezzo ma Icardi non riesce a inquadrare di poco lo specchio della porta. Al 14’ il Napoli fallisce l’occasione di passare in vantaggio con Insigne (servito da Mertens) perché Handanovic è attento e in uscita riesce a togliere il pallone all’attaccante azzurro. Gli uomini di Pioli provano a mettere in difficoltà il Napoli con Joao Mario prima e Candreva poi, ma in entrambe le situazioni gli azzurri riescono a sventrare le minacce. Arrivati alla mezz’ora L’Inter prova ancora con Icardi che prolunga per Candreva, ma per il direttore di gara l’ex Lazio era in fuorigioco. Al 34’ il Napoli ha una grande occasione per passare in vantaggio con l’esterno belga: Zielinski serve il belga che calcia verso la porta approfittando di una uscita del portiere sloveno, ma il pallone si va a stampare sul palo. Al 43’ si sblocca la gara al G. Meazza grazie al goal dello spagnolo Callejon (servito dal Insigne). Ora il Napoli guida la gara in vantaggio di un goal. La prima frazione di gara termina con i partenopei in vantaggio contro i padroni di casa.

Nella ripresa non ci sono cambi da entrambe le parti. Gli azzurri provano fin da subito a provare a segnare il goal del vantaggio con Zielinski (servito da Mertens) e Insigne, ma in entrambe le azioni in qualche modo i neroazzurri riescono ad evitare il peggio. Nei minuti successivi gli uomini di Pioli provano con Eder che addirittura prova da più di venti metri a sorprendere Reina. Ma il tiro è calciato male e termina oltre la traversa della porta difesa dallo spagnolo. Al 52’ il difensore Murillo è il primo ammonito della gara. Al 53’ dopo uno scambio Ghoulam-Insigne gli uomini di Maurizio Sarri falliscono l’occasione per raddoppiare. Al 56’ Brozovic è il secondo ammonito per i neroazzurri. Al 60’ Stefano Pioli decide di effettuare il primo cambio: entra Perisic al posto di Joao Mario. Al 63’Anche Maurizio Sarri si gioca il primo cambio: entra Marko Rog al posto di Zielinski. Al 64’ il difensore azzurro Koulibaly è il primo ammonito del Napoli. Un minuto dopo l’Inter fallisce l’opportunità di riaprire la gara con il solito Candreva che a volo di destro spara sul fondo. Nel giro di due minuti gli ospiti falliscono due occasioni per raddoppiare, una con il giovane croato Rog e l’altra addirittura con l’algerino Ghoulam. Ma i neroazzurri non ci stanno a subire e sprecano un’altra occasione con il croato Perisic, ma comunque il portiere spagnolo è attento e para senza problemi. Tra il 73’ al 81’ ci sono un doppio cambio per L’Inter e uno per il Napoli: per i neroazzurri entrano Banega e Andreolli per Eder e Murillo; Sarri si gioca l’ultimo cambio facendo entrare Milik al posto di Mertens. Nei ultimi scorci di gara l’Inter prova almeno a prendere un punto provando con il giapponese Nagatomo per provare a farsi perdonare dell’errore fatto in occasione del goal del Napoli.

 Ma nulla da fare, la gara termina con il Napoli che conquista punti preziosi per l’avanzata al secondo posto (soprattutto dopo la sconfitta di quest’oggi della Roma nel Derby della capitale); invece continua la striscia negativa dell’Inter e mai come ora e sempre più in bilico la conquista del 6°posto, ovvero l’ultimo posto disponibile per l’Europa League visto che dietro ci sono Fiorentina e Torino che provano a raggiungere gli stessi obiettivi.  

Pagelle:

Inter: Handanovic 7, D’ambrosio 5,5, Medel 5, Murillo 5,5 (Andreolli s.v), Nagatomo 4, Gagliardini 5, Brozovic 5, Candreva 5,5, Perisic 5,5 (al 60’ Joao Mario 5,5), Eder 5 (73’ Banega 5) Icardi 5,5.

Napoli: Reina 6, Hysaj 6, Albiol 6, Koulibaly 6,5, Ghoulam 6, Zielinsky 6 (63’ Rog 5,5), Diawara 6, hamsik 5,5, (Allan 6), Callejon 6,5, Mertens 6,5 (Milik s.v.) Insigne 6,5.