Serie A, Il Napoli “riparte” da Roma con doppietta di Mertens

0

La 27^ giornata di campionato si apre con il big match dell’Olimpico tra Roma e Napoli. Il Napoli arriva all’Olimpico dopo aver in cassato due sconfitte consecutive in campionato e in coppa Nazionale contro Atalanta e Juventus; La Roma oggi in casa proverà ad accorciare le distanze dai campioni d’Italia (impegnata domani contro L’Udinese).

I primi minuti di gioco non sono molto esaltanti con Roma e Napoli che non tirano quasi mai nella porta avversaria. Nei minuti successivi però gli uomini di Spalletti provano a diventare pericolosi con Nainggolan, che si affaccia nell’area di rigore dei partenopei dopo essere stato servito da Dzeko: ma Reina attento blocca. Un minuto dopo è il turno del Napoli: Hamsik mette in mezzo per Mertens che stacca di testa ma non trova lo specchio della porta. Al 17’ il centrocampista croato del Napoli Rog è il primo ammonito della gara. Al 23’ l’arbitro Banti annulla un goal ai giallorossi perché Perotti dopo aver superato Koulibaly controlla il pallone (con la mano) e infila lo spagnolo. Al 26’ si sblocca la partita allo stadio Olimpico: Hamsik verticalizza per Mertens, quest’ultimo dopo aver superato la retroguardia romana, insacca il polacco con un pallonetto. Al 33’ i giallorossi vanno vicinissimo al pareggio: Strootman (servito da El Sharaawy) all’interno dell’aria di rigore con il mancino manda la palla sopra la traversa. L’Olandese spreca così una buona opportunità per portare la Roma al pareggio. Il primo tempo si chiude con il Napoli in vantaggio di una rete contro la Roma.

Nella ripresa la Roma ha subito una grande occasione di pareggiare l’incontro: il belga Nainngolan prova a “sorprendere” lo spagnolo Reina facendo partire un destro da fuori area. Ma Koulibaly devia in calcio d’angolo. Al minuto 50 il Napoli raddoppia grazie ad un’azione partita da Insigne che dopo aver percorso dalla metà campo in giù serve il belga Mertens il quale deve solo spingere il pallone in rete. Nei minuti successivi la Roma prova una “reazione” d’orgoglio provando a riaprire il match con Perotti prima, Salah poi. Al minuto 66’ Maurizio Sarri effettua il primo cambio: esce il brasiliano Jorginho e al suo posto etra Diawara. La partita ora si fa interessante con la Roma che prova “disperatamente” a cercare il goal per riaprire la gara e il Napoli che è invece alla “ricerca” del goal che  la chiuderebbe. Al 74’ Zielinski prende il posto del belga azzurro. Al 78’ Salah si mangia un goal in area dopo essere stato servito dal bosniaco. Un minuto più tardi il Napoli si gioca il secondo cambio: entra Milik, esce Hamsik; Spalletti si gioca il “tutto per tutto” giocandosi la carta Paredes. Al 84’ assistiamo ad un’azione “solitaria” di Rog, che dal centrocampo il croato arriva in area di rigore, ma il polacco gli “impedisce” la prima gioia in Serie A deviando il tiro in calcio d’angolo. Un minuto dopo la Roma clamorosamente “fallisce” il goal che poteva “riaccendere” la gara con Salah, il quale manda il pallone sul palo alla sinistra di Reina. Dopo diversi tentativi della Roma di riaprire la gara, in qualche modo ci riesce con l’olandese Strootman, che con il sinistro insacca Reina. Ma il goal della Roma è tutto inutile visto che il Napoli con un po’ di difficoltà nel finale e grazie soprattutto ad un altro intervento “super” di Reina riesce a conquistare tre punti preziosi lontano dal San Paolo.

Il Napoli a Roma contro i giallorossi “riprendono” la marcia per la conquista di un posto in Champions dopo la “brusca” frenata in casa contro la squadra di Gasperini; invece per il momento la Roma si ritrova a meno -7 dalla capolista che proprio domani (alle 15) affronterà al Dacia Stadium l’Udinese di Luigi Delneri.