Sessanta candeline per Tim Burton, talento visionario che mescola orrore e magia

0
Tim Burton ( foto da profilo Flickr Gage Skidmore)

Tim Burton, regista visionario che ha dato vita a un vero e proprio genere cinematografico capace di mescolare sapientemente orrore e magia, ha compiuto 60 anni.
L’autore di molte tra le più iconiche pellicole del cinema contemporaneo, premiato nel 2007 con il Leone d’oro alla carriera durante la Mostra del Cinema di Venezia diventando così il più giovane vincitore dell’ambito riconoscimento, ha dedicato la sua intera produzione alla celebrazione di animi eccentrici e universi romanticamente inquietanti.

Il suo primo cortometraggio dal titolo Vincent, datato 1982 e già influenzato dal caratteristico immaginario Burtoniano, attinge alle atmosfere del cinema gotico e dei film noir ma al suo debutto non ottenne reazioni positive per via dei toni molto cupi. Qualche anno dopo, tuttavia, la Disney finanziò il suo secondo corto, Frankenweenie, che catturò l’attenzione di Paul Reubens il quale nel 1985 lo sosterrà nell’adattamento cinematografico di Pee-wee’s Big Adventure.

Il successo arriva poco dopo con pellicole come Beetlejuice e Batman, entrambi interpretati da Michael Keaton, ma l’attore-feticcio di Burton sarà Johnny Depp, protagonista di pellicole cult come Edward Mani di Forbice, Il mistero di Sleepy Hollow, Sweeney Todd, Dark Shadows.

Burton dà il meglio di sè trasponendo la sua vena più originale e gotica anche in pellicole di animazione come Nightmare before Christmas o La sposa cadavere, ma non disdegna progetti che spaziano dal comico (Mars Attacks) all’avventura (Il Pianeta delle Scimmie) alla letteratura per ragazzi (La fabbrica di cioccolato).

Tra le pellicole più recenti, la trasposizione cinematografica di Miss Peregrine con protagonista Eva Green, già presente in Dark Shadows nonché nell’imminente remake di Dumbo atteso per il prossimo anno.

Se molti fan lamentano che negli ultimi anni il maestro californiano abbia perso la sua ispirazione più autentica e potente a favore di incursioni in vari generi cinematografici, resta innegabile il talento visionario che unito all’estetica unica e riconoscibile di ogni sua pellicola hanno reso Tim Burton una vera e propria icona del cinema contemporaneo, un “eterno bambino” capace di mescolare orrore e magia continuando a incantare spettatori di ogni età.