Sfida Roma-Napoli per Frattesi

0
Serena Salvione
Fonte: Wikipedia

Tiago Pinto potrebbe ritrovarsi ad avere una concorrente di spicco per Davide Frattesi. Il Napoli si sarebbe inserito nella corsa al centrocampista

Dopo Giacomo Raspadori, un altro talento del Sassuolo potrebbe lasciare il club per accasarsi altrove. Davide Frattesi, infatti, continua a piacere alla Roma ma il suo futuro sembra poter essere lo stesso dell’ex compagno di squadra. Infatti, sul centrocampista italiano ci sono gli occhi del Napoli, che potrebbe seriamente impensierire la Roma per il trasferimento.

Sul giocatore i giallorossi hanno una percentuale sulla futura rivendita, che consentirebbe comunque una piccola gioia nel caso in cui il Sassuolo dovesse cederlo. Il centrocampista, però, sembra stia per ora spingendo per tornare nella capitale e avrebbe voglia di giocare sotto José Mourinho.

Anche altre squadre su di lui

Sul calciatore ci sarebbero anche Juventus, Milan e Inter che però sarebbero un po’ più defilate rispetto a Roma e Napoli. Una corsa che sembra dunque tingersi di giallorosso e azzurro, per un centrocampista che sta continuando a dimostrare di essere tra i più forti del nostro campionato.

Intanto Frattesi si è già esposto su dove vuole andare: “Quando la Roma decise di vendermi al Sassuolo ci rimasi male perché speravo di vivere tutta la carriera lì. E’ stata un’ansia da distacco. Ma razionalmente ho capito la logica della società che doveva chiudere una trattativa. E sono contento della strada che ho fatto. Ho girato tanti posti e ho sempre giocato, raggiungendo un buon livello di maturità.

Ero convinto che fosse tutto fatto. E ho già spiegato di aver pagato questa delusione con un ritiro estivo inadeguato, irrispettoso verso il Sassuolo. L’allenatore, Dionisi, mi ha dovuto allontanare un paio di volte dall’allenamento perché non ero concentrato. Giusto così. D’altra parte, anche qui, capisco la Roma: non poteva aspettare tutta l’estate per prendermi. E capisco il dottor Carnevali: non poteva smantellare la squadra e aveva già incassato tanti soldi da Scamacca e Raspadori.

Quando il mio procuratore Giuseppe Riso discuteva del contratto con Tiago Pinto, io gli ho dato una botta con il gomito per fargli capire che non me ne fregava nulla di un euro in più o in meno. Volevo solo giocare nella Roma. Lo voglio ancora? Certo. E prima o poi sento che ce la farò. Anzi, come si dice dalle mie parti, je la faccio. Già a gennaio? Non credo, perché penso che il Sassuolo adesso abbia bisogno di me, magari in estate sì. Io comunque al Sassuolo sto bene e ho grande rispetto del club e dei tifosi che mi hanno sempre trattato benissimo. Vediamo più avanti cosa succederà”.