Inter, Shaqiri ci va giù duro: “Per fortuna non mi allena più Mancini! Ho trovato molte difficoltà con lui…”

0

Gente che va, gente che viene. Il calcio è anche questo. Guardare in particolar modo la voce calciomercato. L’esperienza di un calciatore in una squadra si misura dalle prestazioni che riesce ad accumulare sul campo da gioco. Ne abbiamo visti tanti, in passato, di veri e propri flop, soprattutto all’Inter. Casi di giocatori che sembravano dovessero rivelarsi fenomeni, accolti con grande entusiasmo e passione dai tifosi e, poi, denigrati come i migliori bidoni.

IL CASO SHAQIRIXherdan Shaqiri fu l’autentica delusione dell’Inter. Uno per cui si mandò nel panico un aeroporto al suo arrivo, tanto per intenderci. Le aspettative su di lui, dopo il trasferimento dal Bayern Monaco per la sontuosa cifra di 15 milioni di euro, erano altissime. Le cifre da gennaio a giugno 2015: 15 presenze ed un gol in maglia Inter. Bastano queste per dare l’esatta dimensione di un fallimento tecnico.

LA POLEMICA – A distanza di tempo, l’attaccante svizzero si è voluto togliere più di qualche sassolino dalla scarpa in merito all’esperienza all’Inter tutt’altro che memorabile. Quei 6 mesi lo hanno segnato. Non le ha mandate a dire il giocatore alla sua ex squadra. Ne ha parlato ai microfoni di Tageswoche, affrontando diversi argomenti, tra cui anche il rapporto decisamente controverso con mister Mancini. Ecco le sue parole al veleno contro l’Inter“La migliore stagione della mia carriera l’ho vissuta con il Bayern Monaco. Vincere il triplete fu fantastico. A quei tempi, secondo me, il Bayern ha avuto la squadra più forte di sempre. Per quanto riguarda l’Inter, quei 6 mesi sono stati traumatici per me. Ho trovato molte difficoltà soprattutto perché Mancini cambiava continuamente la formazione e alla fine sono giunto alla conclusione che sarebbe stato meglio cambiare aria. Sono felice che quell’esperienza sia durata solo sei mesi. Allo Stoke City ora è tutto diverso, non finisci ogni giorno sui quotidiani e mi sento molto più tranquillo, senza pressioni eccessive addosso”. I tempi di Shaqiri sono andati. Ora l’Inter punta altri giocatori e ha scelto altre strade. E’ il mercato, bellezza!