Shock nel casertano: bimbo di 4 mesi senza vita a Santa Maria a Vico

0
lutto

Una terribile tragedia si è consumata nella zona di Caserta. A Santa Maria a Vico, un comune di 13 953 persone, è stato ritrovato un neonato senza vita. Il tutto è accaduto qualche giorno fa, in una abitazione ubicata nei pressi di nazionale Appia.  Il bimbo, di nome Daniel, aveva ricevuto da poco la poppata della mamma prima di esalare l’ultimo respiro.

Immediato l’arrivo sul posto dei sanitari del 118 i quali non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del neonato come riporta Edizione Caserta. La Procura di Santa Maria Capua Vetere ha già disposto l’autopsia del corpicino del neonato; la bara del piccolino ha lasciato la sua abitazione, raggiungendo al centro Medicina Legale a Caserta.

Sul posto anche i carabinieri della locale stazione. Secondo le prime ricostruzioni, il neonato dopo aver finito di mangiare, è stato posato dalla mamma nella culla. Dopo di che la tragedia inaspettata: “I genitori hanno provato a scuoterlo, ma il piccolo non ha dato segni di ripresa. A quel punto sono scattati i soccorsi. Ma i tentativi di rianimazione sono stati vani. Quando il personale sanitario è arrivato sul luogo della tragedia, il bimbo era probabilmente già deceduto da un po’.”- così scive Teleclubitalia.it.

Sembra che il bimbo non soffrisse di di salute pregressi, almeno questo emerge dalle prime testimonianze: “Fatale potrebbe essere risultato un rigurgito oppure la cosiddetta “sindrome della morte in culla”, che comporta un’anomalia nel sistema di regolazione dei ritmi cardiaci nei bimbi tra un mese e un anno di età. Ulteriori dettagli potranno eventualmente emergere dall’esame autoptico- conclude la testata giornalistica con sede a Giugliano in Campania.