Si decide tutto al primo tempo: Siviglia-Manchester City è 1-3

0

Il gruppo D stasera non è solo teatro della sfida tra Borussia Mönchengladbach e Juve(partita che ha incollato per ovvi motivi la stragrande maggioranza dei tifosi italiani alla tv), ma vede anche l’altro importantissimo scontro tra Siviglia e Manchester City. Entrambe le squadre arrivano al match con il proposito di vincere ad ogni costo: il gruppo D è infatti molto equilibrato, e prima di stasera tutti e 4 i team avevano pressapoco le stesse possibilità di accedere agli ottavi, rendendo davvero agguerrite entrambe le gare.

LA PARTITA

La partita al Ramón Sánchez-Pizjuán parte apparentemente bene per la squadra di casa, che sembra più propositiva e conquista il pallino del gioco. Ma la doccia fredda è dietro l’angolo: è appena l’8° minuto, e Yaya Tourè fa sfoggio di tutta la sua abilità, pescando, col beneplacito di una colpevolissima difesa andalusa, l’attaccante Raheem Sterling. Al piccolo giocatore nato in Giamaica spetta solo il compito di insaccare con freddezza. Il Siviglia va in bambola e dopo 3 minuti i citizens raddoppiano, e gli interpreti sono simili: Sterling in primis che uccella Rami e serve Bony, con gol di Fernandinho su successiva respinta, e poi Coke, colpevole, come pure per lo 0-1, di aver lasciato una voragine sulla fascia destra. Poco dopo l’ex Jesus Navas colpisce un legno clamoroso e i più già stanno cambiando canale. Ma il Siviglia non ci sta. Gli andalusi alzano la testa, raccolgono i pezzi e partono all’attacco, ben consci che nel calcio non bisogna mai dare niente per scontato. Al 15° Llorente sbaglia un gol già fatto, e poco dopo Coke serve Tremoulinas, che dimezza il gap. Il Siviglia continua ad attaccare sfiorando il pareggio, poi però il Manchester City si ricorda che la sua formazione ha un valore economico che da solo supera il PIL del Bahrain e decide di andare in rete. E’ Bony, servito da Jesus Navas, che insacca l’ 1-3. Il primo tempo termina con i biancorossi che non sanno più dove andare a parare. La ripresa, malgrado le buone intenzioni, è solo una formalità. Il City si qualifica, e il Siviglia dovrà sperare in un miracolo per fare altrettanto. Siviglia-Manchester City è 1-3

TABELLINO

SIVIGLIA: Sergio Rico, Tremoulinas, Kolo, Rami, Coke (dal 55° Mariano Ferreira), Iborra (dal 46° Krohn Dehli), Krychowiak, Konoplyanka, Banega, Vitolo, Llorente (dal 64° Immobile)

MAN CITY: Hart, Sagna, Otamendi, Kompany (C), Kolarov, Fernando, Fernandinho (dall’89° Demichelis), Toure, Navas, Sterling (dal 72° De Bruyne), Bony  (dall’85 Delph)

MARCATORI: Sterling (M) 9°, Fernandinho (M) 11°, Tremoulinas (S) 25°, Bony (M) 35°

AMMONITI: Krychowiak (S) 42°

ESPULSI: //