Soccavo, un weekend di terrore: ricominciano gli scontri tra clan

0

Un’altra notte a Soccavo. L’ennesima sparatoria. Questa volta il terrore è durato per tutto il weekend. Gli avvertimenti sono incominciati da Sabato pomeriggio. In questi giorni una guerra tra clan ha sconvolto e impaurito il quartiere. Queste operazioni a suon di pallottole vengono chiamate “stese”: delle scorribande armate con colpi sparati anche ad altezza uomo. Soltanto in questa serata, in queste fatidiche 10 ore, se ne contano 4. E’ il primo segnale, l’avvertimento di una nuova battaglia che incomincia.  E per gli investigatori ad essere coinvolti, almeno nelle ultime due sparatorie, sono i clan Vigilia e Sorianiello.

Le prime quattro sparatorie si sono susseguite a Soccavo. Tutto è incominciato sabato pomeriggio intorno alle 19 in via de Civitate Dei. Ed è continuato il giorno successivo prima in Ofanto e in via Palazziello, poi in via Contieri. La modalità è sempre la stessa: i malviventi arrivano in motorino e incominciano a sparare all’impazzata per aria o verso alcune abitazioni.

Dopo una piccola tregua, la quinta stesa è avvenuta nel Rione traiano: quattro persone a bordo di due scooter hanno incominciato a sparare all’impazzata. Uno, due, tre colpi, fino ad arrivare a 25. Prima alle 22:30 vicino alle abitazioni del clan Vigilia, poi all’1:30 nei pressi delle proprietà del clan Sorianiello.

Per fortuna, fino ad ora non si contano feriti in nessuna delle sparatorie. Probabilmente, l’intento non era quello di uccidere ma di dare un avvertimento. E’ ancora difficile chiarire quali siano le famiglie coinvolte. Potrebbe essere un remake degli scontri tra i clan di Rione Traiano e Soccavo, che sconvolsero la zona nel mese di Settembre. O questa volta potrebbe essere una nuova guerra a lasciare il segno.