Sonic The Hedgehog: un film sotto pressione, parla Jim Carrey

0
Jim Carrey, Fonte Wikipedia

Se avete vissuto verso gli inizi degli anni ’90 e avete ricevuto per natale o per il vostro compleanno una consolle Megadrive di Sega, allora sicuramente conoscete Sonic The Hedgehog. Un personaggio talmente iconico da competere con la mascotte di Nintendo, Super Mario. Dopo un buio periodo in 3D, Sonic spopola ancora oggi con una nuova linfa vitale grazie all’ottimo videogioco Sonic Mania (in 2D). Il piacere di percorrere nuovamente la famosa Green Hill Zone accompagnato dal caro riccio blu era tale che inevitabilmente Hollywood dimostrò un certo interesse.

IL DISASTROSO LOOK DI SONIC – Fu quindi messo in cantiere un adattamento di Sonic. Arrivarono le prime notizie sul casting, Ben Schwartz come doppiatore del protagonista e Jim Carrey nel ruolo del Dr Eggman, il nemico principale del riccio super sonico. E dopo qualche tempo finalmente arrivò il trailer e diciamo solo che non riscosse il successo previsto. Ritmato con la canzone Gangsta Paradise di Coolio, quello che sorprese i fan fu il look di Sonic, appena riconoscibile rispetto alla sua controparte videoludica.

IL REDESIGN DEL PERSONAGGIO E LA PRESSIONE INTORNO AL FILM – Davanti alle proteste dei fan, gli autori del film hanno deciso di accontentarli e redesignare completamente il protagonista. Una foto leakata recentemente ci mostra un Sonic molto più vicino a quello originale, ma la pressione intorno alla pellicola è palpabile. Lo dichiara Jim Carrey in un’intervista: “Credo negli autori. Credo nei creativi. Facciamo quello che possiamo fare e quindi la tecnologia farà il suo corso e le opinioni delle persone si evolveranno. E chi sa in cosa si trasformerà? Sei diventato il loro mostro Frankenstein ad un certo punto, giusto?“. La situazione è sicuramente svantaggiosa per gli autori del film, in quanto adesso sono nel mirino dei fan e non si possono più permettere passi falsi.