Sophie Turner non riesce a credere che “Game Of Thrones” stia davvero finendo

0
Sophie Turner al San Diego Comic con nel 2015. Fonte Wikimedia Commons

Sophie Turner ha poco più di vent’anni ma ha già una carriera consolidata alle spalle.

La giovane ha esordito nella serie “Game Of Thrones” nel 2011 nel ruolo di Sansa Stark.

Il suo personaggio suscita reazioni contrastanti: molte persone simpatizzano per la piccola Stark e capiscono le sue azioni mentre altre l’accusano di essere troppo debole paragonandola alla sorella più piccola e intrepida, Arya.

Come la stessa Sophie Turner afferma, che si odi o si ami, è innegabile l’enorme cambiamento che ha subito il suo personaggio.

Sansa Stark ha finalmente imparato a giocare ed è pronta a mostrare al pubblico un altro lato di sé in quest’ultima stagione.

Sophie Turner al momento è impegnata con la promozione di “Dark Phoenix”, il film di Simon Kinberg, sequel di X-Men – Apocalisse e dodicesimo film dell’universo X-Men.

Al panel di Entertainment Weekly della New York Comic Con i giornalisti non hanno potuto evitare di chiederle qualcosa sull’ultima stagione di “Game Of Thrones”.

Ecco cosa ha dichiarato Sophie Turner a Bustle:

“Ancora fatico a credere che sia finito. Praticamente [Game Of Thrones] mi ha accompagnata per la maggior parte della mia vita. Sto ancora metabolizzando la cosa. In questa stagione Sansa prende in mano le redini della sua vita. Per lei è una stagione completamente differente. Era un po’ persa, non sapeva chi volesse essere o di chi volesse circondarsi. In questa stagione invece è molto sicura di sé”.