Spadafora: “La Lega ha scelto di continuare. Vedremo martedì la scelta della Federazione”

Il Ministro dello Sport torna su quanto accaduto nelle ultime ore. Gli aggiornamenti

0
Fonte: Pexels. Foto di google immagini contrassegnate per essere riutilizzate.

Il Ministro dello Sport Spadafora è tornato a parlare dopo quanto dichiarato stamani prima della sfida tra Parma e Sassuolo. Alla fine la Lega ha deciso di disputare regolarmente la giornata, ma l’impressione è che nei prossimi giorni si arriverà alla sospensione dell’intera Serie A. Ecco le dichiarazioni rilasciate alla trasmissione di Rai 2 Quelli che il calcio:

“Il ministro dello sport non può decidere nulla, ho fatto una dichiarazione dove ho fatto una mia valutazione, dal mio punto di vista. La Lega si è assunta la responsabilità di far continuare il campionato, io rispetto la decisione ma non la condivido assolutamente. Martedì vedremo cosa farà la Federazione.

Nessuno di noi vuole aspettare il primo caso di contagio per prendere i provvedimenti. È un appello a tutti i calciatori per fare molta attenzione per le partite che si disputeranno nelle prossime ore. E’ un momento delicato. Oggi c’è una norma del presidente del consiglio, fino a stanotte ancora, nelle zone a rischio, c’è la possibilità di giocare a porte chiuse. L’evoluzione del coronavirus è continua. La situazione dovrebbe essere chiara a tutti, soprattutto per società di calcio e tifosi e per tutti coloro che antepongono altri interessi a alla salute generale.

L’emergenza sanitaria non finirà tra qualche giorno, ma finirà se avverrà una responsabilizzazione di ciascuno, in questa ottica ci potrebbero essere conseguenze sul campionato ma sono conseguenze che tuteleranno tutti i cittadini, che consentiranno allo sport e al calcio di riprendere meglio di prima quando tutto sarà finito”.