Specchia e il mandorlo Fiorì

0

Parlami di Dio, dissi al mandorlo. E li il mandorlo fiorì (Nikos Kazantzais)

Specchia è un borgo medioevale in provincia di Lecce fondato secondo la leggenda da Lucrezia Amendolara, Specchia deve la sua fortuna alla sua posizione che le consente di dominare la pianura sottostante, aspetto utile durante le invasioni Saracene.

Un paesaggio ridente e pittoresco, dominato dal cinquecentesco Castello Risolo, con il suo bel cortile interno e la terrazza, domina Piazza del Popolo e offre un bellissimo panorama sulle campagne circostanti altra tappa obbligatoria è la Chiesa dei Francescani Neri, la cui costruzione è stata profetizzata da San Francesco d’Assisi, il quale di ritorno dalla quinta crociata, per cercare di porre fini ai confitti, facendo sosta a Specchia, fu attratta da un forte odore di arance, cogliendone una fu avvolto da una forte luce e profettizio la costruzione della Chiesa

Altra tappa obbligatoria è la vista ai frantoi Ipogei, testimoniano una antica tradizione olivicola, ammirerete le grandi macchine a pietra, i torchi per la spremitura e le vasche di decantazione, ma soprattutto  qui scoprirete storie sulla figura del Nachiro (termine deriva dal greco “naùkleros”, padrone della nave) il personaggio chiave di tutto il lavoro che avveniva nei frantoi.

Di grande suggestione la passeggiata nel centro storico, tappa obbligatoria la pasticceria Le Mille Voglie, dove il maestro pasticciere Giuseppe Zippo, vi meraviglierà con  i suoi ottimi dolci alla mandorla, d’obbligo assaggiare i suoi gelati che sono una esaltazione della qualità delle materie prime.

Prima di andare via consiglio di acquistare l’ottima pasta di grano senatore capelli dell’Azienda Agricola Salvatore Agostinello