Stefano Sensi vuole farsi trovare pronto dopo la sosta

0
Stefano Sensi
Stefano Sensi, centrocampista dell'Inter.Fonte Wikimedia Commons

Sembrava l’inizio di un’ascesa pazzesca quella di Stefano Sensi. L’inizio della sua avventura con l’Inter con Antonio Conte, aveva fornito prestazioni eccellenti, condite da 3 goal e 3 assist nelle prime 7 giornate di serie A. In più, anche una partita da urlo contro il Barcellona al Camp Nou in Champions League. Poi arriva quel fatidico giorno: il 6 ottobre del 2019, nella sconfitta interna contro la Juventus, rimedia un infortunio all’adduttore. Da lì in poi un calvario che dura da oltre due anni: infortuni dopo infortuni che ne stanno condizionando la carriera di quello che poteva essere uno dei migliori centrocampisti dell’Inter e italiani.

Quest’anno l’ennesima illusione. Dopo aver saltato gli europei, sempre a causa di problemi fisici, Sensi sembrava finalmente poter ripartire. Contro la Sampdoria però, nuovamente un infortunio, dopo un contrasto con Yoshida, con il quale ha accusato un forte fitta al ginocchio destro. Nuovo stop di almeno 1 mese, che ha costretto l’Inter a concludere la partita al Ferraris con l’uomo in meno.

Il 26enne di Urbino però, è sempre l’ultimo a mollare, e nonostante gli infortuni non diminuiscano, cerca sempre di dare il massimo. Ora si punta a recuperare durante la sosta, in modo da provare a rientrare nell’importante sfida contro la Lazio, prevista per il 16 di ottobre.

Inoltre, considerando la sua posizione e le sue qualità, Sensi rappresenta sempre un’importante risorsa. Il ruolo di mezz’ala sinistra ad ora appare l’anello debole della rosa interista visto che per Eriksen non si sa nulla sul suo ritorno, Çalhanoğlu è calato in termini di prestazioni, mentre per Vecino e Vidal manca continuità (anche loro appesantiti da continui infortuni).

Per questo motivo, anche Inzaghi proverà a dargli altre change per trovare la forma fisica adeguata, infortuni permettendo. Visto la situazione economica della presidenza neroazzurra, difficilmente si potrà intervenire sul mercato a gennaio. Ecco perchè il suo recupero potrebbe essere una svolta importante.